ANTEPRIMA\Guerra in Forza Italia: il vicesindaco ed altri candidati attaccano la gestione accentratrice di Monopoli e Ponticelli

0
5121

P1040254

 

di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Ribellione politica in Forza Italia, rischio di ripercussioni sulla crisi di governo cittadino. Stasera intorno alle 19 Nino Navas, capo dei “ribelli”, a nome del vicesindaco Diana Bellastella (che per ora non ha obbedito agli ordini del cerchio magico di dimettersi, ndr), ed altri candidati (fra cui Giuseppe Pepe, Enzo Saliva, Pierantonio Di Costanzo, Pietro Marinielli,), ha consegnato un documento al sindaco Monopoli nel suo studio di Cardito, città cui è particolarmente affezionato il primo cittadino di Caivano, nella quale si muovono una pagina e mezza di critiche al sindaco e al gruppo consiliare, in particolar modo al capogruppo Gaetano Ponticelli, accusati di aver gestito il partito sinora in modo poco collegiale ed addirittura fanno capire che era meglio come commissario il fratello Luca Monopoli, le cui dimissioni di ottobre, a questo punto, forse andrebbero riviste in un’altra ottica.

Pubblichiamo qui sotto la lettera integrale, in attesa di sviluppi e dell’eventuale risposta del sindaco:

lettera 1021lettera 2022

 

Previous articleNapoli, tanti artisti in concerto per aiutare Aurora…
Next articleSpeciale “Open Day” alla Don Bosco di Cardito
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here