IL PD: CRISI PROFONDA DELL’AMMINISTRAZIONE MONOPOLI

0
2256

12633750_619898194815402_2960614398875090862_o

Negli ultimi due mesi, abbiamo assistito ad un consiglio comunale andato deserto, un altro si è svolto privo delle forze di minoranza perché illegittimo, una seduta di giunta comunale deserta per mancanza di due determinanti assessori, ed infine il rinvio dell’ultimo consiglio comunale, che si doveva tenere il 29 febbraio, spostato al 4 marzo e rinviato al 10 marzo per assenza del segretario generale. Una motivazione poco credibile, in quanto esiste un vicesegretario che ha già assistito il consiglio comunale più volte. Si dice, che lo spostamento della seduta del consiglio, sia stato necessario in quanto c’era il timore di un altro consiglio comunale deserto, sempre per assenza di determinanti consiglieri di maggioranza.

Il sindaco Monopoli circa una settimana fa asseriva: “ Adesso abbiamo il dovere di partire con la “fase 2” garantendo il massimo sforzo possibile per un governo locale di “alto profilo“. Ci fa piacere che anche Monopoli ha preso coscienza che, per otto mesi circa, siamo stati governati da una giunta comunale di basso profilo e che ha prodotto il nulla.

Mentre il sindaco Monopoli e la sua maggioranza si arrovellano sulla “fase 2” e se la giunta deve essere politica o tecnica, la minoranza per evitare che Caivano continui ad essere ferma ad un palo, obbligano la maggioranza a discutere in consiglio comunale di questioni importanti per la crescita di Caivano e che non possono aspettare la inconcludenza della maggioranza Monopoli. Infatti nella prossima seduta di consiglio comunale del 10 marzo, le forze di minoranza, per sopperire l’assenza di progettualità della maggioranza, hanno proposto i seguenti punti:

  • Accordo territoriale per le agevolazioni fiscali indirizzati a inquilini e proprietari;
  • Indirizzi per la redazione del Nuovo Piano Urbanistico Comunale;
  • Indirizzi per la redazione del Piano di Sviluppo Commerciale;
  • Indirizzi per l’ampliamento del cimitero.

In conclusione stiamo assistendo ad una serie di segnali negativi, che aggiunti a varie indiscrezioni che leggiamo sulla stampa locale, sembrerebbe che l’amministrazione Monopoli è lacerata da divisioni e spaccature interne profonde, che impediscono di governare il paese. Se ciò corrisponde a vero, invitiamo il sindaco Monopoli a valutare responsabilmente le sue dimissioni e ridare il mandato ai cittadini caivanesi.

4 marzo 2016

Partito Democratico di Caivano  

Previous articleDe Fenza liquida la Sibilla, vittoria per le giovani vittime caivanesi
Next articleSCUOLA VIVIANI: CHI HA INTERPRETATO CHE I GRILLINI HANNO INTERPRETATO MALE LA DELIBERA DI GIUNTA?
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here