Termina la rassegna “#venerdìopaesmì” per problemi “organizzativi”, il Comune non ha cacciato neanche un euro…

0
3365
thumbnail_FB_IMG_1469550799160Con questa lettera al nostro sito, l’associazione Fabric, ci informa che da domani sera (venerdì 5 agosto) chiude anticipatamente il Festival musicale *#venerdìopaesmì*, che prevedeva anche a settembre ed ottobre altre serate, causa il venir meno di sponsor ed istituzioni:
Cari amici, a causa di problemi organizzativi, siamo costretti a interrompere prematuramente il Festival…
Dato il difficile momento storico-economico che attraversa il nostro Paese, e in particolare la nostra città, fare una manifestazione di questa portata è diventato sempre più complesso: non avendo mai avuto un contributo economico comunale per la realizzazione dell’evento (il sindaco Monopoli ha dato un contributo in denaro di tasca sua, ndr), il Festival ha dovuto fare affidamento esclusivamente sulle attività di Via De Gasperi. E’ chiaro, però, che se viene a mancare anche solo una di queste ultime risulta praticamente impossibile portare avanti un progetto a cui tanto ci siamo dedicati in questi anni.
L’associazione Fabric ha investito tante energie per regalarvi qualcosa che Caivano aveva fino a quel momento solo sognato, ma evidentemente non tutti hanno viaggiato nella nostra stessa direzione. Vogliamo comunque precisare che il nostro non è un addio ma un sereno arrivederci.
Ringraziamo tutti voi per averci sostenuto e per aver creduto in noi. Il vostro contribuito è stato prezioso per la riuscita del Festival.
*#venerdìopaesmì* vi saluta con affetto e vi lascia con una piccola esortazione: investite sul nostro territorio!
E’ stata proprio questa la scintilla che ci ha spinto a realizzare il Festival ed è questo il segreto per rendere migliore la nostra città.
                                                                                                                                                                                                                                    
Previous articleLo spettacolo teatrale di Salvatore Gisonna (Made in Sud) al Premio Charlot 2016
Next articleCaivano, 30enne muore cinque mesi dopo il parto, i familiari accusano i medici: una garza dimenticata nell’addome
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here