Crisi raccolta rifiuti verso la risoluzione momentanea, ma non ancora definitiva

0
1328
raccolta rifiuti notturna

Caivano continua a non trovar pace dal punto di vista della raccolta dei rifiuti. Il macigno lasciato dall’amministrazione Monopoli in tal senso continua a pesare e probabilmente lo sarà per tanto ancora.

Ancora rifiuti in strada, ancora operai scontenti, ancora la ditta aggiudicataria della gara che non riceve il contratto e nemmeno il pagamento delle fatture in tempo e per intero come dovrebbe.

Ricapitolando

Il sindaco Monopoli durante la sua campagna elettorale del 2015 pone come primo obiettivo lo stop delle proroghe alla ditta per la raccolta dei rifiuti, promettendo una gara europea. Il 1 aprile 2017 convoca una conferenza stampa con i cittadini dove verbalmente e anche stampato sul un opuscolo annuncia espletata la gara per i prossimi 5 anni.

opuscolo-monopoli 1 aprile 2017
opuscolo-monopoli 1 aprile 2017

La situazione qualche settimana fa

A seguito del taglio operato in sede di Bilancio Stabilmente Riequilibrato approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 03 del 27/01/2017 con il quale si operava una riduzione di € 500.000,00 al Cap. 1300, è nata la grande difficoltà per la firma al contratto.

La Buttol ha incassato solo per il mese di gennaio 2017 €393.000,00  + iva , poi con il Comune in grosse difficoltà momentaneamente hanno incominciato a incassare solo le spese per una somma di € 363.000,00 + iva . Fino ad arrivare ad avere il compenso dell’ultima fattura a dicembre 2017.

La situazione attuale

La ditta Buttol non ha percepito dal Comune di Caivano nè il bonifico del mese di gennaio 2108, nè febbraio appena scaduto, pagando comunque i propri dipendenti.

Ma sembra logico che la situazione è diventata complicata e difficile per la ditta dal punto di vista economico. 

La Crisi

I dipendenti sentono mancare il terreno sotto i piedi, un anno di precarietà, con l’azienda che non ottiene garanzie per andare avanti.

Una rappresentanza ha chiesto incontro con il Commissario Straordinario in data 2 febbraio 2018, ma non hanno mai avuto risposta.

lettera incontro col commissario
lettera incontro col commissario

Dopo quasi un mese hanno dichiarato lo stato di agitazione, aspettando che almeno il Commissario possa sbrogliare questa situazione che come abbiamo visto parte da lontano.

stato di agitazione 23 febbraio 2018
stato di agitazione 23 febbraio 2018

Gli operai, molti di Caivano, hanno cercato di arrecare meno danno possibile ai propri concittadini, ma la situazione è diventata insostenibile e c’è chi legge nel silenzio delle istituzioni qualcosa di preventivato.

La schiarita

A metà settimana c’è stato l’incontro presso l’ufficio Tutela Ambientale a Pascarola con il rappresentante della ditta BUTTOL, dott. Cappellucci, il commissario D’Ambrosio e il dirigente comunale Celiento. Da informazioni trapelate pare che la settimana prossima ci sarà l’incontro decisivo dove si metterà nero su bianco all’accordo interno, con la ditta che effettuerà tutte le prestazioni previste nel nuovo capitolato di gara (approvate dall’ex dirigente all’ambiente Vito Coppola nell’ottobre del 2015) come previsto in sede di gara.

Alla ditta verrà riconosciuto il canone fissato sempre in sede di gara di € 415.000,00+ iva, e se ci saranno inadempienze porteranno penali a carico della stessa ditta. Alla Polizia Locale sarà dato il compito di vigile su possibili disservizi sul territorio.

L’enigma

Pare che una volta trovato l’accordo, la ditta continuerà a lavorare senza un contratto vero e proprio. Infatti come già scritto mancava e manca ancora la copertura economica. Parlammo anche della 5a rata della Tari da pagare a febbraio, ma mai arrivata ai cittadini, su questo faremo chiarezza a stretto giro…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here