La rabbia dei residenti di via Caputo. Protesta al Comune

0
2491

I residenti e i commercianti di via Caputo hanno detto basta. Questa mattina una delegazione è andata alla casa comunale per protestare col Commissario che non era a Caivano, quindi si è recata all’ufficio tecnico a Pascarola. I rappresentanti dopo diverse rassicurazioni avute nei mesi scorsi con due incontri col sovraordinato Dott. Antonio Bruno, si aspettavano, come promesso, la riapertura anche parziale della strada, ma a quasi due mesi solo silenzio.

Secondo i residenti solo chiacchiere e nulla più, da due anni la strada è chiusa al traffico, quindi con ingenti danni economici per le attività, oltre alla sporcizia e i rifiuti accumulati nell’area interessata.

Stabile via Caputo
Stabile via Caputo

Inoltre le piogge di questi ultimi giorni hanno ancor di più peggiorato le cose, non essendoci un buon deflusso dell’acqua.

Pare che negli ultimi giorni sia stata redatta e inviata una nuova relazione alla Procura, richiesta all’ufficio tecnico e alla Polizia Locale che a stretto giro dovrà inviare le conclusioni alla Commissione Straordinaria.

Nel frattempo i residenti stanno pensando ad alcuni blocchi stradali nei prossimi giorni, la pazienza è terminata.

Previous articleDifferenziata 2017 e 2018: ci sono le spese ma non i ricavi!
Next articleIniziano i preparativi per la IX Edizione di Carnevalando
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here