Differenziata 2017 e 2018: ci sono le spese ma non i ricavi!

0
919
materiali di riciclo
materiali di riciclo

Uno dei dati più importanti che uscirà dal consuntivo economico per gli anni 2017 e 2018 sarà il totale incassato dal Comune di Caivano dopo la vendita dei materiali riciclabili.

Come tutti sanno i rifiuti sono costituiti da una parte che va in discarica (indifferenziato), l’umido e una parte che può essere recuperata (Vetro, Imballaggi Carta e Cartone, plastica, alluminio).

La vendita dei materiali di riciclo

Fino al 2016 il Comune di Caivano conferiva la delega alla Ditta che svolgeva il servizio di Raccolta sul territorio affinché provvedesse direttamente alla gestione dei predetti rifiuti.

In concreto alla Ditta Buttol veniva conferita la delega affinché provvedesse a smaltire a proprie spese al conferimento dei Rifiuti (Ingombrati, tessili e legno) e acquisire gli eventuali ricavi dalla vendita dei materiali come (Vetro, Imballaggi Carta e Cartone, plastica, alluminio).

Dal 2017 dopo l’estromissione del Dott. Vito Coppola dalla Gestione del Ufficio Tutela Ambientale e l’arrivo del Responsabile Arch. Raffaele Celiento e successivamente dall’Ing. Stefano Lizzi il Comune ha cambiato strategia.

Provvede direttamente a proprie spese allo smaltimento dei rifiuti sottoelencati (Tessili (materassi, Ingombranti, Legno), mentre dopo alcune convenzioni con alcune società dovrebbe acquisire dei ricavi dalla vendita dei sottoelencati materiali (Carta e Cartone, vetro e multimateriale leggero (Plastica, Alluminio, Acciaio).

L’attesa degli incassi

Sarebbe auspicabile poter conoscere quanto il Comune ha ricavato nel 2017 e del 2018 dalla vendita dei predetti materiali, mentre per quanto riguarda le uscite già sono state pagate da parte del Comune a chi di dovere.

Questo dato è uno dei tanti, fondamentale, per calcolare in modo preciso il costo della Tari, che negli ultimi anni è diventato un numero troppo alto e teorico.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here