Si incendia un’auto, parte del corso Umberto chiuso per un’ora

0
3993

CAIVANO – Oggi pomeriggio poco prima delle 18.00 un’auto, una Fiat Punto, mentre stava transitando sul corso Umberto, altezza Banco San Paolo, è andata a fuoco. L’occupante non ha riportato nessun danno ma è stato necessario l’intervento dei pompieri per spegnere le fiamme. Sul posto sono accorsi i vigili urbani, i quali hanno subito interdetto al traffico, per sicurezza, il breve tratto fra la banca e via Gramsci, riaperto da poco dopo circa un’ora che è stato off-limits per tutti. Successivamente sono intervenuti anche i Carabinieri della Tenenza di Caivano. L’incendio dell’automobile, comunque, pare sia stato del tutto accidentale, probabilmente un problema elettrico che potrebbe aver innescato un corto circuito.

Previous articleEmergenza rapine alle farmacie, la denuncia: 24 colpi in un mese. E in città manca la videosorveglianza
Next articleA Don Patriciello il premio BUE APIS “Città di Benevento”
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here