Via Rosselli totalmente abbandonata, i pensieri di un cittadino

0
1763
incidente via Rosselli
incidente via Rosselli

Riceviamo e pubblichiamo una nota di un cittadino stanco, che racconta le criticità presenti in via Rosselli. 

“C’è già scappato il morto qualche anno fa su quel tratto di strada, esattamente a Natale del 2018, ma nulla è stato fatto. D’allora la situazione è andata solo peggiorando negli ultimi anni. Stiamo parlando di Via Rosselli, secondo tratto, per intenderci dall’altezza del centro sportivo Glanis fino all’incrocio della frazione Casolla di Caivano.

Un pezzo di strada caratterizzato, peraltro, da una serie di curve che ne limitano fortemente la visibilità a coloro che escono dalle proprietà private per immettersi, a piedi o motorizzati, e dove autovetture, motociclette e finanche mezzi pesanti sfrecciano spesso a folle velocità mettendo in serio pericolo l’incolumità dei malcapitati avventori e pedoni, che peraltro già non hanno vita facile a causa dell’assenza di marciapiedi praticabili.

I residenti del luogo da anni chiedono più sicurezza nella zona, occorre urgentemente l’installazione di dissuasori stradali, illuminazione pubblica praticamente inesistente e la sistemazione dei marciapiedi.

Per non parlare della perenne presenza di autentici laghi, e non semplici pozzanghere, frutto di perdite d’acqua di eziologia sconosciuta. Una volta, s’ evocava lo spettro dell’incidente infausto come fattore di accelerazione per un eventuale intervento risolutivo, ma a Via Rosselli, a quanto pare, neanche ciò è risultato sufficiente.

L’ennesima dimostrazione di una gestione approssimativa e inefficiente della cosa pubblica e della totale assenza delle istituzioni preposte”. 
Pietro Sciarra

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here