Raccolta fondi per Olimpia, una bimba affetta da una malattia rara

0
813

A Natale, le vere buone azioni dovrebbero mirare alla felicità altrui, e quando si tratta di salute, la questione diventa ancora più delicata. Vi raccontiamo oggi la storia di una bambina di 11 anni  afflitta da una malattia rara che le impedisce di parlare e stare in piedi. 

Ecco la sua storia: 

 
Ciao, mi chiamo Olimpia, ho 11 anni e sono una bambina speciale, perché sono nata con una rara patologia la “Miopatia congenita centrofibrillare”. A causa di questa malattia dipendo da un respiratore, per poter vivere, vengo alimentata attraverso un sondino, non parlo, non cammino e non mi reggo in piedi.
I miei genitori e le persone che si prendono cura di me sono la mia voce e le mie gambe, specie la mia cara mamma, che da quando sono nata, con l’ aiuto di Dio e con tanto amore, instancabilmente notte dopo notte e giorno dopo giorno esaudisce tutte le mie esigenze.
Sono cresciuta un bel po’ in questi anni, le mie esigenze sono cambiate, adoro uscire con la mia famiglia, giocare con la mia sorellina e osservare le cose belle che mi circondano. Purtroppo è diventato difficile trasportarmi con l’ auto di papà, perché la mia carrozzina è un po’ ingombrante dato che contiene tutti i macchinari che mi servono per sopravvivere.
Per stare con me la mia mamma non può lavorare. Il mio papà, nonostante lavori, non può sostenere il costo di un auto adatta a trasportarmi, non solo per le uscite di piacere, ma anche per recarmi in ospedale e nei vari centri per i controlli periodici, a cui sono sottoposta molto spesso. Chiedo il vostro aiuto per poter comprare un’ automobile con pedana elettrica sollevatrice per la mia sedia posturale.
Ringrazio le persone che hanno impiegato il loro tempo per leggere il mio messaggio e quanti vorranno contribuire.
Con affetto, Olimpia.
 
Per questo motivo, i genitori hanno organizzato una raccolta fondi a nome della madre Raffaella Ponticelli, per riuscire a sostenere le spese, che ha dichiarato: “Ringrazio in anticipo tutti coloro che si fermeranno a leggere la nostra storia, a chi può donare e a chi la condividerà affinché arrivi a quante più persone”.
 
Ecco il link per aderire alla campagna di donazione: Raccolta fondi di Raffaella Ponticelli. 
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here