Festeggiati i 60 anni del Notturno, l’impresa vicino alle famiglie

0
1500

Caivano – Essere vicino ai territori, al fianco delle imprese e delle famiglie. È stata sempre questa la mission dell’ istituto di vigilanza “Il Notturno” che quest’ anno taglia il traguardo dei sessant’ anni. L’ azienda nata dall’ intuizione del ragionier Gaetano Mastrominico – che nel 1962 seppe leggere le mutate esigenze della società, sempre più attenta ai bisogni legati alla sicurezza, oggi è una solida realtà di oltre 200 dipendenti.

Un lungo percorso partito da Frattamaggiore, città della sede originaria, segnato dal costante progresso con particolare attenzione alla formazione e all’ evoluzione tecnologica. La nuova sede – ormai da anni – di Caivano è dotata oggi di una centrale operativa all’ avanguardia, capace di monitorare da remoto ed in maniera smart, mezzi, aree industriali, abitazioni, negozi.

Da Gaetano, il fondatore, a Tiberio e Luigi Mastrominico, fino a giungere a Gaetano che rappresenta il presente, ma anche lo sguardo verso il futuro, la filosofia dell’ azienda non mai è cambiata.

La sfida è sempre la stessa: stare un passo avanti ai tempi, essere un punto di riferimento per i territori, le comunità, per tutte quelle che sono le esigenze legate alla sicurezza, oggi più che mai avvertite come priorità assolute. Tra le aree sottoposte alla vigilanza del Notturno, la zona industriale di Pascarola, tra le più importanti ed estese del Sud Italia dove sono operanti varchi di nuova generazione e un monitoraggio costante, anche con mezzi eco-sostenibili, che garantiscono la massima sicurezza ad oltre 10 mila operatori che ogni giorno frequentano il distretto.

Nei giorni scorsi, nella suggestiva location di Villa Domi a Napoli, si è svolto un evento per significare questi primi sessant’ anni di storia con la partecipazione di Gino Rivieccio. Presenti anche i sindaci di Caivano, Enzo Falco, e Frattamaggiore, Marco Del Prete.

Un’ occasione per ritrovarsi nei principi che da sempre caratterizzano l’azienda, ma anche per condividere un momento di festa. L’amministratore Tiberio Mastrominico ha evidenziato il modello consolidatosi in tutti questi anni, in qualche modo unico, dove i valori di partenza che hanno animato il progetto sessant’anni fa, restano ancora vivi e “vincenti” oggi.

Al centro, lo spirito di squadra – come in una grande famiglia – abbinato ad un costante aggiornamento ed innalzamento del livello di preparazione degli operatori e dell’ ammodernamento tecnologico.

“Questo traguardo – ha concluso Tiberio Mastrominico – è solo un nuovo punto di ripartenza della nostra azienda. Portiamo il passato nel cuore per preparaci al meglio alle sfide del futuro” (Foto Andrea Aversano)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here