Due angeli custodi in divisa salvano un bimbo di 7 anni, uno è un cittadino di Caivano

0
2324

Un gesto che ha salvato la vita ad un bimbo di sette anni da parte di due agenti della polizia municipale di Casoria, dove uno è un cittadino di Caivano, Domenico Acerra, noto per il suo impegno sul territorio. L’episodio risale a domenica scorsa, poco dopo le 17.30, in via Nazionale delle Puglie, che a quell’ora è solitamente trafficata.

L’ agente Domenico Acerra con il luogotenente Umberto Fiumarelli, intervenuti per un sinistro stradale, si trovano per caso al momento giusto, e notano una Fiat Panda con a bordo due anziani, una donna ed un bambino in preda a delle convulsioni.

L’ uomo alla guida richiama l’attenzione suonando il clacson, preoccupato per le condizioni del nipote. Gli agenti decidono di far strada all’auto, scortandola al primo ospedale più vicino. Purtroppo il traffico persiste e i due poliziotti municipali avvertono la sala operativa per richiedere un’altra pattuglia sul luogo dell’incidente; suggeriscono alla centrale di mettersi in contatto con il pronto soccorso della clinica Villa dei Fiori di Acerra, che mette a disposizione una bombola di ossigeno per il bambino, e così fanno salire a bordo della voltante madre e figlio per velocizzare l’arrivo al pronto soccorso.

I due agenti, di corsa riescono ad arrivare in tempo alla clinica Villa dei Fiori, e subito dopo i primi soccorsi, prendono in braccio il bambino ed organizzano con il personale medico un trasferimento al Santobono di Napoli.

Il bimbo viene immediatamente trasportato con un’ambulanza all’ospedale pediatrico e dopo poche ore le sue condizioni migliorano. Grazie all’intervento provvidenziale dei due agenti, è riuscito a sopravvivere; la vicenda ha commosso la comunità di Casoria ed il sindaco Raffaele Bene ha scritto un post ringraziando pubblicamente entrambi definendoli ‘angeli custodi in divisa’: “Nel complimentarmi con l’intero corpo della municipale per il salvataggio, ho deciso di consegnare una lettera di encomio ai due agenti. Un riconoscimento meritato per coloro che resteranno a vita due angeli custodi per un bambino di Casoria”

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here