In ricordo di Fabio

0
1942

Morire a dicembre, a pochi giorni dal Natale, dell’avvento della nascita di Gesù è certamente crudele.

Abbiamo perso Fabio, un giovane brillante aviatore, col suo aereo aveva sorvolato terre lontane, ma anche la terra a cui era legatissimo, Cardito, aveva solo 33 anni e sarebbe dovuto ritornare per festeggiare il Natale assieme ai suoi familiari.

Aveva un futuro, affetti consolidati, aspettative e speranze.

Sapeva che le radici non si possono mai recidere, ma solo rafforzare e rinvigorire.

Nel suo ultimo volo era sbucato tra le nuvole, ma non era più riuscito a guadagnare il cielo. Ci piace pensare a suo ultimo volo come quello di una cometa luminosa che rischiara il cielo.

Nessuna parola e niente possono consolare, lenire, lo strazio di questa famiglia per questa morte immeritata: i genitori hanno perso un figlio, la nostra comunità ha perso uno dei migliori figli, ma la morte non è la fine di ogni cosa.

Gesù disse: ‘Io sono la resurrezione e la vita, chi crede in Me anche se muore, vivrà’.

Non ti dimenticheremo mai

Non ti dimenticheremo mai Fabio Antonio Altruda: un ragazzo semplice, buono e amato.

Non dimenticheremo il tuo sorriso.

Ti sia stata lieve questa terra.

Quanti hanno conosciuto e amato Fabio Antonio Altruda.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here