La bolletta della Tari che arriverà… bonus per alcuni

0
2044

L’amministrazione comunale nel maggio scorso approvò le tariffe Tari per l’anno 2022  stabilendo le classiche quattro scadenze come ogni anno:

– 1 rata 30 novembre 2022;

– 2 rata 30 dicembre 2022;

– 3 rata 30 gennaio 2023;

– 4 rata 28 febbraio 2023.

Ad oggi nessuno però ha ricevuto nulla.

Entro febbraio, quindi,  dalle quasi 11 mila utenze domestiche e non domestiche il comune dovrebbe ricavare oltre 9 milioni di euro che è equivalente al costo del servizio di igiene urbana.

Inoltre per effetto del provvedimento governativo Sostegno Bis, il comune ha concesso la somma di 310 mila euro per agevolazioni per attività commerciali, mentre sono stati concessi circa 200 mila euro alle famiglie bisognose quale contributo per il pagamento della Tari 2022.

La scelta del taglio del 48,62 % a solo alcune attività commerciali è stata fatta dall’amministrazione comunale con delibera di giunta ratificata in consiglio comunale, queste le attività che avranno questo beneficio:

Pubblici esercizi: alberghi, bar, caffè, pasticcerie, ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub, birrerie (mense esluse);

Negozi: abbigliamento, calzature, fiori (escluso tabacchi, ferramenta, edicole, librerie, cartolerie, supermercati, macellerie, alimentari, farmacie);

Attività artigianali: pizza al taglio, parrucchiere, barbiere, estetista, falegname, idraulico, fabbro, elettricista (escluso: carrozzerie, autofficine, elettrauto, autorimesse);

Altre attività: filatelica, tende e tessuti, tappeti, cappelli e ombrelli, antiquariato, teatri, esposizioni, autosaloni, agenzie, uffici (escluse: banche e studi professionali);

Inoltre avranno questo bonus gli impianti sportivi, le scuole, le associazioni ad esclusione dei luoghi di culto.

Allo stato la tassa dei rifiuti urbani applicata dall’amministrazione comunale è la più alta dei comuni del circondario a fronte di un tasso di raccolta differenziata inferiore al 40%.

Attualmente il servizio è svolto dalla ditta Green Line, la ditta controllata dallo stato ha iniziato il servizio nel gennaio 2020, mentre si attende l’epletamento della gara quinquennale che dovrebbe espletare la Cuc Sele-Piacentini individuata dall’attuale amministrazione comunale per gestire le gare bandite dal comune di Caivano.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here