Di proroga in proroga…riscossione tributi: Sogert fino al 31 dicembre 2023

0
815

E’ ormai diventata una prassi consolidata dall’attuale amministrazione comunale prolungare artificiosamente (con proroghe) i vari contratti dopo la loro naturale scadenza.

Questo è accaduto per la gara dei rifiuti in proroga dal settembre 2020, adesso tocca alla ditta Sogert che gestisce per l’ente il servizio di riscossione dei tributi e del servizio idrico, elaborazione dati, front office e monitoraggio notifiche e pagamenti per la Tari e servizio idrico.

La precedente gara per 12 mesi è scaduta lo scorso 16 maggio.

L’attuale amministrazione comunale ha avuto a disposizione 10 mesi per dare esecuzione alle delibera consiliare n.46 del 28 luglio 2022 con la quale veniva adottato un atto d’indirizzo che demandava ai responsabili del 3° e 4° settore del comune di provvedere ad indire una gara di affidamento in concessione dei servizi di accertamento e riscossione coattiva della Tari, Imu, Tasi, Canone Unico Patrimoniale (Cup) di occupazione del suolo pubblico di esposizione pubblicitaria e canone mercatale. L’atto d’indirizzo approvato dall’attuale amministrazione Falco fu salutata come una sorta di rivoluzione copernicana.

In realtà a luglio 2022 non si verificò nessuna rivoluzione, tantomeno copernicana.

Il servizio dei tributi del comune nel corso di quest’ultimo decennio è stato completamente privatizzato, e alla riscossione dei tributi provvedono terzi privati, tra cui la Sogert.

La scelta dell’attuale amministrazione Falco interviene per accentrare in un unico soggetto tutti i tributi di competenza dell’ente.

Quindi all’esito della gara avremo un unico soggetto che svolgerà tutte le fasi per la riscossione dei tributi. Gli atti di gara saranno approvati da parte degli organi deliberati dopo l’approvazione del bilancio di previsione del 2023. Gli stessi, poi, saranno trasmessi alla stazione appaltante che avvierà la procedura di gara, auspicando che tutta si concluda per fine anno.

Nella determina n.751 del 6 maggio 2023 a firma del responsabile del settore, il dott. Massimiliano Schiavone, si può verificare l’attività di accertamento svolto dalla Sogert con accertamenti esecutivi per tasse per un importo di circa 12 milioni di euro.

Sempre nella stessa determina si da atto che sono stati approvati i canoni idrici, canoni di depurazione, raccolta acque reflue per gli anni 2020 e 2021 per un importo di oltre 5 milioni di euro.

Naturalmente tutti questi accertamenti dovranno essere notificati ai cittadini.

Si spera che questo avvenga celermente in modo di consentire all’ente di recuperare somme importanti per garantire un minimo di vivibilità a tutti i cittadini.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here