Settore ragioneria e contabilità…scappano tutti

0
770
La vita dell’attuale amministrazione è legata al voto del prossimo bilancio. Mai con una regolarità, ma da votare sempre all’ultimo secondo utile, spesso in extremis come nel prossimo futuro con scadenza ipotetica 31 luglio, ma con molta probabilità si arriverà alla prima settimana di agosto.
 
Nel frattempo si perdono pezzi. Come già scritto qualche giorno fa, il Presidente del collegio dei Revisori, dott. Roberto Iavarone ha rassegnato le irrevocabili dimissioni.
 
 
In un post sui social, il consigliere di minoranza Antonio Angelino aveva ipotizzato delle motivazioni.
Le ragioni che ci preoccupano sono legate fondamentalmente a due aspetti:
– la qualità degli schemi del redigendo bilancio di previsione (scadenza 31.07.2023) che potrebbero esser stati valutati negativamente dal Presidente dimissionario con tutto ciò che ne consegue in termini di equilibri di bilancio e di solidità economica/finanziaria dell’Ente;
– la mancanza assoluta di democrazia e trasparenza operata dal sindaco, e da chi governa il consiglio comunale, nel tenere all’oscuro di un avvertimento così importante, i consiglieri comunali ed in generale la città.
Considerato il recente dissesto finanziario dichiarato (giugno 2016), sono infatti in atto le ultime procedure da parte dell’OSL, riteniamo che non si possa commettere alcuna superficialità su questo tema, pertanto chiediamo chiarezza e trasparenza al Sindaco, pretendendo di conoscere le motivazioni poste alla base di tale scelta e lo stato dell’arte dei conti pubblici, attraverso la convocazione dell’apposita commissione consiliare o nelle modalità che il Sindaco e l’amministrazione riterranno più opportune.
 
Nel frattempo anche il dott. Massimiliano Schiavone, responsabile dell’area Servizi finanziari, dipendente a tempo part time e determinato ai sensi art.110 ha rassegnato le proprie dimissioni come da contratto con un mese di preavviso che scadrà poco prima di ferragosto.
 
Una vera e propria smobilitazione in atto a Caivano, con la speranza che nel frattempo chi dovrà votare il prossimo bilancio, visto anche l’andazzo, lo stia studiando e comprendendo bene.
 
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here