Tentativi di rapina in un condominio, truffe anziani. Massima prudenza

0
2249
rapina mano armata
rapina mano armata

La prudenza non è mai troppa durante le settimane estive. Le città si svuotano e molti ladri d’appartamento entrano in azione. Ieri pomeriggio, alle 14.00, una cittadina ha subito un tentativo di rapina, all’interno di un condominio. La testimonianza è raccapricciante. Non aspettano gli orari notturni, come siamo soliti abituati ad immaginare, ma si presentano a qualsiasi ora pur di racimolare qualche spicciolo. Nel racconto che segue, abbiamo evitato, per motivi di privacy, la testimonianza diretta. 

L’ episodio accaduto 

21 LUGLIO 2023, ore 14.00 

Condominio. Una donna dopo aver pranzato, verso le 14.00, sente bussare alla porta di casa e non al citofono come normalmente accade (episodio alquanto strano) e alla ripetuta domanda: “Chi è?”… Nessuno risponde, s’affaccia dallo spioncino per vedere se riesce a scorgere qualcuno e non trova nessuno, fino a quando vede spuntare la sagoma di un uomo dalla scala, che sta aspettando solo che la donna apra per procedere alla rapina.

La signora ha atteso molto tempo con grande tensione, e ha scorto dallo spioncino l’uomo affacciarsi ripetutamente, in attesa di una risposta. In quel momento, la donna ha cominciato a chiedere aiuto e sono scappati prendendo l’ascensore superiore. Erano in gruppo, la donna non è riuscita ad intravedere i volti. Uno in particolare indossava una t-shirt lunga ed un pantalone ad altezza ginocchio. 

A ciò, si aggiungono i tentativi di truffa ai danni degli anziani

Per prevenire tali situazioni di pericolo, vi suggeriamo le indicazioni del Comando Provinciale dei Carabinieri di Napoli che desidera fornire alcuni importanti consigli per proteggere i nostri cari più vulnerabili.

1. Consapevolezza: Invitiamo gli anziani e i loro familiari a mantenere un alto grado di consapevolezza riguardo alle truffe comuni, come chiamate telefoniche o visite a domicilio da parte di sconosciuti che cercano informazioni personali o offrono servizi non richiesti.

2. Non divulgare dati personali: Mai fornire informazioni sensibili come dati bancari, codici PIN o password al telefono o a persone sconosciute che si presentano a casa. Le istituzioni finanziarie e le forze dell’ordine non chiedono mai questi dettagli in modo casuale.

3. Verifica delle identità: Prima di fornire informazioni o consentire l’accesso a casa propria, chiedere sempre l’identificazione dell’individuo o della persona che telefona. In caso di dubbi, contattare direttamente l’istituzione o l’organizzazione coinvolta.

4. Attenzione alle truffe online: Avvisare gli anziani sui pericoli delle truffe online, come e-mail sospette, link non attendibili o richieste di denaro da parte di presunti amici o familiari. Incoraggiarli a consultarsi con i familiari o amici fidati prima di agire.

5. Coinvolgere le forze dell’ordine: In caso di sospetto di truffa o attività illecite, segnalare immediatamente l’incidente alle forze dell’ordine. I Carabinieri sono qui per proteggere i cittadini e investigare su tali crimini.

6. Diffondere la consapevolezza: Condividere questi consigli con gli anziani e sensibilizzare l’intera comunità riguardo alle truffe è essenziale per prevenire ulteriori casi di frode.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here