Aversano questa sera ad Un Posto al Sole per una storia di attualità

0
4047

Questa sera nuova puntata di Un Posto Al Sole con protagonista Antonio Aversano, il giovane caivanese come si legge dalle pagine di Blasting News Italia è protagonista di una dinamica molto delicata all’interno di un contesto solo all’apparenza leggero. Nelle puntate in corso in queste settimane sono infatti presenti il tema dei “genitori svalutanti” e quello dei disturbi alimentari.

Finora gli spettatori di Upas sono stati abituati a vedere i “battibecchi” tra Bice e suo figlio Gerry in una chiave unicamente ironica. La madre severa e cinica e il figlio pigro e goloso generavano duetti, volutamente comici, atti a divertire i fan. Nelle puntate attualmente in onda la soap ha deciso però di virare il tipo di narrazione, affrontando tale tematica con un approccio molto più serio.

Un posto al sole: il rapporto tossico tra Bice e suo figlio

Nelle puntate di Un posto al sole attualmente in onda, Bice (Lara Sansone) sta affrontando la separazione da suo marito Sergio (Francesco Procopio). Sullo sfondo, il figlio Gerry (Antonio Aversano) sembra accettare passivamente la nuova condizione, ingurgitando cibo e mostrando una profonda apatia. Finora tale storyline mostrava caratteri molto leggeri, tuttavia negli ultimi episodi, la vicenda ha assunto toni seriosi e drammatici.

Ad accompagnare lo spettatore in questa nuova visione è stato Guido (Germano Bellavia) che ha rivisto nel ragazzo lo stesso disagio che ha vissuto da piccolo, con una madre che lo prendeva in giro e lo sminuiva, pur provando affetto per lui.

Il comportamento di Gerry, che continua ad assumere cibo, incurante dei problemi che ne derivano, non appare più “leggero” ma viene visto sotto una nuova luce, che porta a riflettere seriamente sulla questione. Allo stesso modo l’atteggiamento sopra le righe di Bice, visto con simpatia dal pubblico, ora viene messo in discussione per l’elevata tossicità con cui si rapporta con il figlio.

Upas affronta il tema dei genitori svalutanti

Il fenomeno dei genitori svalutanti, come appunto può essere Bice, può avere gravi conseguenze sullo sviluppo dei figli e tali problematiche, se sottovalutate, possono persistere fino all’età adulta.

Il comportamento dell’adulto nasce da una sua difficoltà ad accettarsi, che lo porta a trasferire il suo disagio sui figli.

Il genitore svalutante tende a criticare ed umiliare il figlio, con lo scopo di motivarlo, generando in realtà nel minore una bassa autostima. Alla base non c’è un problema affettivo, né viene esercitata alcuna violenza nel senso stretto del termine, sui figli; tuttavia tale approccio può comportare gravi disturbi come ansia, depressione e disturbi alimentari.

La depressione di Gerry

Questi ragazzi spesso soffrono di bassa autostima e di una percezione negativa di sé, che influenzano le loro interazioni sociali e il rendimento scolastico. Tendono a isolarsi, evitando attività fisiche e eventi sociali, contribuendo così al peggioramento del loro stato di salute fisica e al persistere dei sintomi depressivi.

La coesistenza di obesità e depressione in età infantile solleva preoccupazioni riguardo ai rischi per la salute a lungo termine, come malattie cardiache e diabete, che diventano più probabili con l’avanzare dell’età.

Il quadro che ne viene fuori sembra aderire alla perfezione alla situazione di Gerry Massaro. Resta da capire se Upas avrà il coraggio di andare a fondo della questione o se si limiterà solo a sfiorare la questione. Sarebbe sicuramente interessante vedere un personaggio “comico” come Bice affrontare una tematica così seria. Qualsiasi sarà la direzione di questa storyline, va dato atto agli sceneggiatori di avere affrontato un tema molto delicato e spesso sottovalutato.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here