Il senso dell’Università nella società: al Suor Orsola decolla la settimana della sociologia, che analizza le nuove “missioni” degli Atenei  

0
605

Saranno otto eventi con circa 40 studiosi, provenienti da più di venti Atenei italiani ed internazionali. Sono questi i numeri della “Settimana della Sociologia”, che ha preso il via oggi, lunedì 16 ottobre 2023, all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, dove sarà in programma fino al 26 ottobre. Tra gli eventi principali la riflessione sul “Metaverso e la rivoluzione digitale” e il dibattito su “istruzione e merito”

L’iniziativa rientra all’interno del più ampio programma nazionale della settima edizione de “La Settimana della Sociologia”, organizzata a partire dal 2017 dalla Conferenza Italiana dei Dipartimenti di Area Sociologica delle Università italiane (programma completo su www.settimanadellasociologia.it).

Filo conduttore delle riflessioni di quest’anno (che saranno anche tutte in streaming su www.facebook.com/unisob) è il “contributo all’innovazione” che il sistema universitario offre alla società contemporanea, ponendo in particolare in risalto il contributo critico della Sociologia all’immaginazione di un altrove e di un altrimenti rispetto al mondo dato. In questo modo è possibile migliorare i rapporti tra gli Atenei e gli attori dei loro territori di riferimento delle loro attività (locali o meno), mostrandone le potenzialità, anche in termini di ricerca e di didattica, nell’interpretare le domande di innovazione e di flessibilità che vengono dal contesto economico, istituzionale e culturale del Paese.

“Un tema che all’Università Suor Orsola Benincasa abbiamo declinato sul “senso dell’Università nella società” in un momento in cui, dopo tre decenni di profonde e sistematiche trasformazioni della sua ragione sociale e istituzionale, all’Università si richiede sempre più di svolgere attività cosiddette di terza missione per affrontare le sfide sociali ed economiche della comunità locale e globale e di quarta missione anche con la responsabilità di promuovere imprenditorialità e sviluppo dell’occupazione”. Così Davide Borrelli, professore di Sociologia dei processi culturali al Suor Orsola e coordinatore scientifico dell’iniziativa, presenta gli obiettivi delle riflessioni promosse dall’Ateneo napoletano.

Tra gli appuntamenti più significativi della Settimana della Sociologia al Suor Orsola ci saranno giovedì 19 ottobre alle 14 una riflessione su “La mutazione digitale tra salvezza e disastro”, che prenderà le mosse dai volumi di Alberto Abruzzese (“Delle cose che non si sanno si deve dire”) ed Eugenio Mazzarella (“Contro metaverso. Salvare la presenza”) e giovedì 26 ottobre alle 14.30 una riflessione su “merito e istruzione” a partire dal libro di Enrico Mauro “Contro la società del sorpasso. Il pensiero antimeritocratico di don Tonino Bello” (programma completo degli incontri su www.unisob.na.it/eventi).

“Il tema della settimana della sociologia di quest’anno è di grande importanza – spiega il Rettore del Suor Orsola Lucio d’Alessandro – perché è ormai evidente che l’università non può più essere, se mai lo è stata, la classica torre d’avorio impermeabile alla società, ma deve garantire accountability e fornire servizi la cui utilità venga direttamente percepita dalla cittadinanza. In questa prospettiva l’Università, mentre mantiene il ruolo di luogo di formazione del pensiero critico, è diventata anche una componente della cosiddetta ‘tripla elica’: in sinergia con l’industria e con il governo, deve assicurare il trasferimento tecnologico e favorire lo sviluppo economico per far fronte alle nuove sfide dell’economia della conoscenza”. Temi di cui lo stesso d’Alessandro era stato precursore già nel 2016 con il suo volume “Università quarta dimensione” (Mimesis editore).

Info e Programma degli incontri promossi dal Suor Orsola: www.unisob.na.it/eventi

Diretta live di tutti gli incontri su: www.facebook.com/unisob

Info e Programma integrale della Settimana della Sociologia: www.settimanadellasociologia.it

Comitato scientifico

Davide Borrelli

Clelia Castellano

Lucio d’Alessandro

Stefania Ferraro

Sergio Marotta

Antonello Petrillo

Ciro Pizzo

Coordinamento scientifico

Anna D’Ascenzio

Angela Pelliccia

 

 

 

Previous articleSpaventoso incidente: quattro bambini trasportati al Santobono
Next articleSciolto per infiltrazione camorristica il consiglio comunale. Non si vota!
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here