IL PROGETTO. Grumo Nevano, al via la Scuola di formazione politica

0
270

“Europa liberale”. E’ il nome della scuola di formazione politica e di cittadinanza, che sarà inaugurata oggi, sabato 21 ottobre 2023, a Grumo Nevano, presso il cinema teatro “Sole”. L’iniziativa, promossa dall’associazione “Le città che vogliamo”, è rivolta sia ai giovani, che intendano avviarsi all’attività politica, che agli stessi amministratori locali. Offrirà ai partecipanti strumenti adeguati per leggere e comprendere i mutamenti in corso e gli orizzonti verso cui si muove l’attuale società.

 “L’idea – spiega il docente universitario Lorenzo Fiorito (nella foto in alto), direttore della Scuola – è quella da una parte di trasferire agli allievi la conoscenza degli strumenti e dei processi operativi che sono alla base delle scelte degli amministratori pubblici e dall’altra di sollecitare proposte politico-culturali di ampio respiro. Pertanto, saranno proposti incontri tematici tenuti da esponenti politici di ogni schieramento, amministratori pubblici locali e nazionali, esperti e studiosi non vincolati a schieramenti ideologici”.

“La Scuola – sottolinea Fiorella Bilancio (nella foto in basso), dirigente del Ministero Infrastrutture e Trasporti e presidente della Scuola – avrà sede via Duca D’Aosta e sarà un luogo di riflessione e di approfondimento lontano dalle contingenze della politica quotidiana. Insomma un laboratorio culturale di politica attiva, per ampliare la rete dei contatti, approfondire temi civici, proporre idee, capire come governare i cambiamenti per prepararsi al governo della Res Publica”.

La Scuola, avrà un carattere itinerante e prevede 15 incontri (nel periodo tra ottobre 2023 e maggio 2024). Il cerimoniale di inaugurazione sarà introdotto dall’intervento in streaming del sottosegretario alla Giustizia Andrea Delmastro Delle Vedove.

Tra i relatori anche Vincenzo Alaia (Presidente Commissione Sanità Regione Campania), l’ex ministro della Giustizia Clemente Mastella (nella foto di copertina), sindaco di Benevento, Gianluca Cantalamessa (capogruppo Commissione Parlamentare Antimafia e Commissione Turismo Industria e Artigianato), Annarita Patriarca (Segretaria di Presidenza Camera dei Deputati), Fulvio Martusciello (Capodelegazione FI al Parlamento Europeo) e Lorenzo Cesa (Presidente Delegazione Parlamentare Italiana, presso l’Assemblea parlamentare della Nato). Concluderà i lavori Edmondo Ciriellivice ministro degli Affari Esteri.

Previous articleIL RICONOSCIMENTO. E’ del Cardarelli l’unico italiano che la Società Europea di Neuroradiologia ha individuato come componente onorario nel 2023 
Next articleAssolti gli avvocati dopo due anni. Erano accusati di truffa allo Stato
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here