IL RICONOSCIMENTO. E’ del Cardarelli l’unico italiano che la Società Europea di Neuroradiologia ha individuato come componente onorario nel 2023 

0
156

È napoletano e lavora al Cardarelli l’unico italiano componente onorario della Società Europea di Neuroradiologia nel 2023. Mario Muto, Direttore dell’Unità di Neuroradiologia dell’Azienda Ospedaliera Cardarelli, è stato insignito del riconoscimento nei giorni scorsi a Vienna, in virtù del suo importante apporto scientifico e dell’impegno in favore della Società Scientifica Europea.

 “Mi congratulo con Mario Muto per essere diventato uno dei cinque italiani individuati quali componenti onorari della Società Europea di Neuroradiologia, in 34 anni di storia di questa onorificenza  – dice Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’Azienda Cardarelli si tratta  di un riconoscimento che certifica una professionalità di assoluta eccellenza internazionale. Il professor Muto è una di quelle figure che permette al nostro ospedale di essere un punto di riferimento di rilievo nel panorama del nostro Sistema Sanitario Nazionale. Come ospedale dobbiamo valorizzare al massimo l’apporto che questi grandi professionisti possono garantire all’intera organizzazione, così da far progredire ulteriormente la qualità dei servizi ai nostri pazienti. Auguro al professor Muto di continuare a essere maestro ed ispiratore per i giovani professionisti e per tutti i colleghi, in virtù del suo straordinario talento e del duro lavoro di cui è testimone”. 

Mario Muto aveva già ricevuto nel 2021 il riconoscimento quale membro onorario della Società Scientifica Americana di Neuroradiologia. La concretezza dei due prestigiosi riconoscimenti è testimoniata nei fatti anche dalle attività del reparto di Neuroradiologia del Cardarelli, centro di eccellenza a livello internazionale in diversi ambiti, tra cui procedure mini-invasive orientate alla cura del dolore spinale da crolli vertebrali su base osteoporotica o metastatica, o secondari a ernie discali ma anche a trattamenti di malformazioni vascolari come aneurismi cerebrali rotti e non rotti, malformazioni e fistole artero-venose.

Le attività per l’emergenza della Neuroradiologia, portate avanti insieme alla Neurologia-Stroke Unit, hanno permesso al Cardarelli di qualificarsi quale struttura “Diamante” dalla Società Europea per lo Stroke Unit, in virtù dei dati sulla rapidità e la numerosità dei casi di ictus trattati dall’ospedale nell’ambito delle Unità di Neurologia e di Neuroradiologia. Ogni anno, infatti, sono circa 400 gli Ictus trattati dal Cardarelli, di cui il 40% circa viene preso in carico entro i primi 40 minuti con terapia farmacologica, mentre il 63% dei casi è affrontato con trattamento meccanico da parte dei Neuroradiologi entro i 90 minuti dall’esordio della patologia. La Neuroradiologia del Cardarelli è centro di riferimento della Regione Campania nella interventistica neuroradiologica mini-invasiva endovascolare e spinale.

 

Previous articleInseguimento a via Diaz, due gli arresti da parte della Polizia
Next articleIL PROGETTO. Grumo Nevano, al via la Scuola di formazione politica
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here