L’EVENTO. All’Eremo dei Camaldoli la solenne investitura dei cavalieri dell’Ordine Militare di Santa Brigida

0
737

“L’ingresso in un ordine cavalleresco è il prosieguo di un percorso cristiano che si rafforza attraverso un ulteriore impegno di vita, in difesa dei più bisognosi”.

Sono le parole di Monsignor Sebastiano Bonavolontà (nella foto di gruppo in basso, al centro), Cavaliere di Gran Croce e Gran Priore aggiunto dell’Ordine Militare di Santa Brigida di Svezia, al termine della celebrazione eucaristica che ha introdotto il rito della solenne investitura, svoltasi sabato scorso, 11 novembre 2023, a Napoli, all’Eremo dei Camaldoli.

Dopo il saluto del Luogotenente d’Italia, Giannangelo Marciano, è stata data lettura del messaggio augurale del Conte Federico Abbate de Castello Orleans, Gran Maestro dell’Ordine, il quale, impossibilitato a partecipare per motivi di salute, ha invocato la preghiera alla fondatrice dell’Ordine, Santa Brigida di Svezia, chiedendo di vegliare sul cammino degli investendi che si accingono a seguire gli insegnamenti della Santa, che ha dedicato la vita aiutando il prossimo.

La cerimonia di investitura, presieduta dal  Luogotenente Generale, Cavaliere di collare Biagio Abbate, affiancato sull’altare dal Luogotenente d’Italia e da Sua Eccellenza Ivan Rebernik (già Ambasciatore della Slovenia presso la Santa Sede), ha visto l’imposizione della spada sulla spalla dei neocavalieri e neodame: il cardiochirurgo Mario Passaro, l’imprenditore Giuseppe Menzione, la professoressa Giuseppina Rea, Padre Domenico (Aiuto della Parrocchia di Santa Brigida) e il parroco francese Florian Braun (tra i pochi in Italia a celebrare la messa in latino).

Terminata l’investitura, hanno ricevuto il diploma di conferimento dei titoli dell’ordine il ricercatore Serafino Coretti, il funzionario in pensione Ermanno Capobianco, l’avvocato Domenico Nicolò, l’imprenditore Felice Marciano, il docente Raffaele Menzione, l’imprenditrice Annamaria Petrucci e l’insegnante in pensione Angela Tiziana Crocco.

La chiesa dell’Eremo dei Camaldoli, situata nel convento delle suore Brigidine, ha visto la presenza di numerose persone provenienti da varie parti d’Italia: Lazio, Calabria, Puglia, Basilicata e Molise.  Proprio quest’ultima, nel corso della cerimonia, ha visto la nomina quale Preside di Sezione dell’ingegner Americo Giacò, originario di Termoli. Inoltre, come riconoscimento del lavoro prestato in qualità di delegato della provincia di Foggia, al Cavaliere Ufficiale architetto Renzo Paiano è stata conferita la promozione a Commendatore.

Tra le autorità presenti anche esponenti del mondo civile e politico, tra cui il senatore Tommaso Barbato e l’onorevole Maria Luigia Iodice (consigliere regionale della Campania). Ad entrambi, quale segno di riconoscenza della propria attività politica e sociale in difesa dei più deboli, è stato consegnato, rispettivamente dall’ambasciatore Rebernik e dal Cavaliere di Gran Croce Marciano, il crest araldico dell’Ordine. La serata è, poi, proseguita con la cena di gala e il brindisi finale dei cavalieri e delle dame con lo sfondo della vista mozzafiato dei Camaldoli.

 

Previous articleLa dott.ssa Lucia Rea nuovo sovraordinato al comune di Caivano
Next articleVenerdì alla biblioteca di Caivano la presentazione del nuovo libro di Giuseppe Bianco
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here