Cortisonanti 2023, vince la De Gasperi di Caivano con la 1a D con i professori Verrone e Palmieri

0
1024

Al Maschio Angioino, venerdì 15 dicembre, si è conclusa la XIV edizione di CortiSonanti, il festival internazionale del cortometraggio diretto da Nicola Castaldo e Mauro Manganiello. Organizzato da AlchemicartS con il sostegno della Regione Campania e della Film Commission Campania (progetto co-finanziato dal Piano Cinema) e il patrocinio del Comune di Napoli, CostiSonanti 2023 presenta quest’anno 45 opere selezionate tra le oltre 3200 iscritte al concorso, provenienti da 68 Paesi.

Insieme alle 6 sezioni del concorso ufficiale: corti italianicorti internazionalianimazionedocumentarisport e videoclip musicali, CortiSonanti propone anche tre contest paralleli che riflettono l’approccio innovativo del festival nei confronti delle questioni più urgenti del nostro tempo. Il Social Short Web, il contest ECOrti e La Cittadella del Corto, vetrina dedicata agli istituti scolastici.

Proprio in quest’ultima sezione è risultato vincitore il Corto realizzato dal Prof. Giorgio Verrone, dalla Prof.ssa Antonella Palmieri con la classe 1^D dell’I.C.2 De Gasperi di Caivano, coadiuvati dalla Preside Dott.ssa Flora Celiento.

Il Corto intitolato “Io non sono così” cerca di combattere gli stereotipi di genere e su Caivano.

Questa la motivazione della giuria: Un cortometraggio che dimostra che la spontaneità dei più piccoli rivela contenere al suo interno in realtà i più grandi insegnanti della vita.
In questo cortometraggio corale le varie voci narranti provenienti da Caivano denunciano le condizioni impari e poi esortano i propri coetanei a non cedere alle difficoltà tipiche di tutti coloro che trascorrono l’età della fanciullezza in contesti più difficili e retrogradi.
I più piccoli sono dei diamanti grezzi che possono e devono raffinare le proprie doti, formandosi e facendo esperienza.
Emerge una fanciullezza sognante e prodiga che non vuol inchinare la testa alle logiche territoriali ma che vuole al contrario migliorarsi e migliorare l’ambiente circostante.
Un cortometraggio che merita di essere premiato e visionato al fine di capire che i pensieri e i desideri dei più piccoli vanno ascoltati e assecondati e che non vi devono essere disparità di genere e disparità socio economico.

 

Previous articleBoys Caivanese-Puglianello 0-0, gara contratta al Papa
Next articleParco Verde, buca postale con doppio fondo. Sequestrata droga
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here