IL PROGETTO. Assistenza agli anziani e longevità: in campo l’Università Suor Orsola Benincasa

0
477

Il progressivo invecchiamento della popolazione richiede una ridefinizione del sistema educativo nel suo complesso. Per le persone anziane diventa opportuno progettare percorsi che siano in grado di renderli attori partecipi della propria comunità, contrastando così le tendenze all’esclusione sociale”.

Così il professor Fabrizio Manuel Sirignano (nella foto da sinistra, con  lo scienziato Franco Salvatore ed il Rettore Lucio d’Alessandro), direttore del Centro di Lifelong Learning dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli, sintetizza l’esigenza sociale da cui è nata la progettazione scientifica dell’ultima novità dell’alta formazione dell’Ateneo napoletano: il Master in Coordinamento di strutture e attività socio-educative per la terza età (bando su www.unisob.na.it/master).

Si tratta del primo Master italiano universitario specificamente dedicato alla formazione di esperti in attività socio-educative per la terza età, che saranno in grado di realizzare interventi ludici e formativi mirati al sostegno degli anziani e della loro memoria autobiografica, ponendosi come figura di sostegno educativo che possa mettere le sue competenze anche a disposizione di enti pubblici e privati, cooperative, case albergo e case di cura per anziani, RSA, circoli ricreativi e di animazione ludica per la terza età, associazioni, famiglie.

“Sulla scorta di consolidate esperienze nella progettazione e realizzazione di attività formative, anche di rilievo internazionale, nei settori della pedagogia, della psicologia, delle medical humanities e del lifelong learning – sottolinea Sirignano – ci è apparso imprescindibile progettare nuovi percorsi che preparino i ‘non più giovani’ ad un invecchiamento vivo, a livello fisico e psichico, che non coincida con un senso di inutilità e con conseguente estraneazione dal mondo comunitario”.

Ecco che l’Università Suor Orsola Benincasa per la presentazione di questo nuovo progetto ha scelto come testimonial lo scienziato Franco Salvatore, fondatore del Ceinge a Napoli, tra i massimi esperti internazionali di genetica, medicina predittiva e studi sulla longevità, che farà parte anche del Comitato scientifico del Master. Proprio a Franco Salvatore nella giornata di presentazione del Master, aperta dal Rettore Lucio d’Alessandro, è stata affidata la lectio magistralis sul tema “Dall’invecchiamento alla prevenzione personalizzata” che si è rivelata un suggestivo excursus tra scienza e medicina su “i segreti della longevità in buona salute” (il video della lezione è disponibile su www.facebook.com/unisob).

“Questo importante ed innovativo progetto di alta formazione che nasce in un Ateneo di grande prestigio e tradizione – ha evidenziato Franco Salvatore – assume una grande importanza per il nostro Paese perché risponde ad un’esigenza non più rinviabile di formare nuovi professionisti nel settore dell’assistenza agli anziani. E lo fa con un percorso formativo ben strutturato in modo multidisciplinare che guarda soprattutto ad aspetti psicologici ed organizzativi con competenze definite giustamente di natura socio-educativa, perché la longevità in buona salute non la si persegue prendendosi cura esclusivamente di malattie cosiddette fisiche, ma bensì di tutte quelle legate all’assenza di una sana socialità”.

Nasce anche il Corso di perfezionamento in Esperto in attività socio-educative per la terza età (a cui si accede con il diploma)

Il Master in Coordinamento di strutture e attività socio-educative per la terza età prenderà il via a marzo e concluderà le sue attività formative a luglio, anche con un ampio percorso di formazione on the job presso strutture di eccellenza nel settore dell’assistenza alla terza età come CASA MIA – Casa Albergo per anziani di Napoli che mette la sua pluriennale esperienza nel settore anche al servizio dei contenuti didattici del Master. Questo nuovo progetto di alta formazione del Suor Orsola sarà declinato, sempre a partire da marzo 2024, anche un Corso di perfezionamento e aggiornamento professionale per “Esperto in attività socio-educative per la terza età. Strumenti e pratiche relazionali per la cura e il benessere degli anziani”, aperto anche ai diplomati.

Info e bandi Master Unisob:

www.unisob.na.it/master

 

Previous articleStupri Caivano, conferme anche dalla seconda bambina
Next articleL’EVENTO. Caivano, al Santuario di Campiglione il concerto-meditazione per le vittime dell’Olocausto
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here