IL PROGETTO. “Un Dono dal Cielo per AIRC”: la storica distilleria Petrone di Mondragone dona un assegno di mille euro alla presenza del Generale di Brigata Aerea Urbano Floreani

0
829

La storica distilleria “Petrone”, conosciuta in tutto il Mondo per le sue pregiate produzioni, mantiene vivo anche il suo impegno sociale.

E così, grazie al profondo legame con l’Aeronautica Militare, di cui è licenziataria del brand gestito da Difesa Servizi Spa, ha voluto contribuire al progetto “Un Dono dal Cielo per AIRC”, consegnando un assegno da mille euro. Un’iniziativa importante nata con l’obiettivo di raccogliere fondi per l’acquisto di apparecchiature tecnologiche avanzate e indispensabili per la ricerca sul cancro presso l’IFOM, l’Istituto di Oncologia Molecolare della Fondazione AIRC.

Il cerimoniale di consegna dell’assegno a favore del progetto “Un Dono dal Cielo per AIRC” si è svolto giovedì 8 febbraio 2024, all’interno dei locali aziendali della “Petrone”, ubicati a Mondragone, in via Generale Giardini.

Presenti, tra gli altri, il Generale di Brigata Aerea Urbano Floreani (Capo del 5° Reparto Comunicazione dello stato maggiore dell’Aeronautica Militare), il Colonnello Angelo Carusone (Capo Divisione Brand & Media di Difesa Servizi S.p.A), il Prefetto di Caserta, Giuseppe Castaldo, il Colonnello Salvatore Florio (Comandante del 9° Stormo “F. Baracca” a Grazzanise), il Tenente Colonnello Pasquale Naiolo a nome del Colonnello Francesco Sassara della Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare di Caserta, che hanno ha reso l’evento ancora più significativo, sottolineando l’importanza della collaborazione tra settori pubblici e privati per il bene comune.

LE DICHIARAZIONI

“Donare questo assegno – spiega Andrea Petrone (nella foto di copertina mentre firma l’assegno), talentuoso manager rappresentante dell’azienda – ha significato per noi un modo tangibile per mettere in pratica i nostri valori aziendali e dare un contributo significativo alla lotta contro una delle malattie più devastanti del nostro tempo”.

“Un Contributo doveroso – prosegue il giovane imprenditore – che ci consente in parte di restituire qualcosa alla comunità, che ha sempre accolto con affetto la nostra attività. Siamo davvero grati per questa opportunità di fare la differenza e continueremo a lavorare con impegno per un futuro migliore per tutti”.

Poi Petrone aggiunge. “Il valore intrinseco della solidarietà e dell’inclusione è stato fondamentale per la nostra azienda fin dai suoi albori, risalenti a oltre 160 anni fa. Sin da metà dell’800, quando i più bisognosi trovavano conforto accanto al calore delle vinacce, durante la distillazione del brandy, abbiamo compreso l’importanza di un impegno costante verso la comunità che ci circonda. Questo valore è stato tramandato di generazione in generazione, e oggi, alla guida della quinta generazione, rimane saldo e inalterato”.

 

 

Previous articleIl prefetto di Bari incontra don Patriciello: “Nessuno sarà messo in strada”
Next articleAlbanese residente a Caivano arrestato. In auto con banconote false e materiale per la contraffazione
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here