Sgomberi Parco Verde, arriva la nota del procuratore Troncone

0
2350

Dopo giornate intense di protesta, come presumibile, è arrivata una nota dal procuratore di Napoli Nord, Maria Antonietta Troncone. Lo sgombero di 419 residenti del Parco Verde di Caivano, denunciati per invasione arbitraria di edifici dopo aver occupato senza alcun titolo 254 abitazioni di proprietà comunale, «avverrà secondo criteri di gradualità e proporzionalità».

Saranno valutate diversi fattori: «condizioni personali, economiche e familiari». La procedura è già avviata. «Terminate le operazioni di notificazione dei decreti di sequestro preventivo – rileva il procuratore – e decorso il termine di giorni trenta concesso per il rilascio delle unità abitative oggetto di sequestro, sarà effettuata una preliminare verifica delle unità in sequestro, al fine di constatarne la perduranza o meno dell’occupazione delle stesse». 

Non ci sarà uno sgombero immediato, ma la procedura prevede tempi elaborati in base alle singole valutazioni e saranno effettuate le opportune comunicazioni per l’avvio delle procedure amministrative, e «sarà assicurato il rispetto dei criteri di gradualità e proporzionalità nella pianificazione e nell’esecuzione coattiva degli sgomberi, tenuto conto delle condizioni personali, economiche e familiari di tutti i soggetti destinatari dei decreti di sequestro preventivo, oggetto di mirato approfondimento. In ogni caso, saranno adeguatamente valutate le eventuali regolarizzazioni esitate o rilasciate dai preposti enti pubblici nei confronti dei destinatari dei decreti di sequestro preventivo».

 
 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here