IL RICORDO. Casalnuovo, don Maurizio Patriciello tra gli studenti del “Siani” nel ricordo del giovane Simone

0
792

A Casalnuovo momenti di grande commozione al Teatro “Magic Vision” nel ricordo di Simone Frascogna, il 19enne ucciso con nove coltellate il 3 novembre 2020 per una banale lite.

“Simone non deve morire. Simone deve parlare alle future generazioni. Il sacrificio di Simone non deve essere vano”. Sono le parole di don Maurizio Patriciello rivolte ai circa 400 studenti dell’istituto superiore “Giancarlo Siani” di Casalnuovo, diretto dalla preside Luisa De Simone.

Gli alunni hanno seguito in silenzio e con tanta commozione il suo toccante intervento, nel corso della manifestazione di beneficenza “Simone per sempre”.

All’evento sono intervenuti, tra gli altri, la mamma di Simone, Natascia Lipari, il sindaco di Casalnuovo, Massimo PellicciaDiego Belliazzi (Fondazione Polis), Katia Iorio (assessore alle politiche giovanili), Claudio Russo (psicologo) e il comandante della tenenza di Casalnuovo, Mirko Granocchia.

Don Maurizio (nella foto sotto con il sindaco Pelliccia) ha chiesto, poi, al capo del governo locale di intitolare a Simone la piazza più importante del paese. “Spero che accolga il mio invito – ha sottolineato il sacerdote –  ho avuto l’onore di abbracciare la mamma di Simone e mi inchino davanti al dolore che lacera il suo cuore dal giorno del vile assassinio di suo figlio”.

 

Poi ha proseguito. “Sono riconoscente per l’invito di parlare a centinaia di studenti a Casalnuovo.  E’ stato bello e incoraggiante notare la commozione su tanti giovani volti. Dobbiamo con tutte le nostre forze impegnarci per costruire un mondo migliore. Un mondo dove la violenza lasci il posto al dialogo, all’amicizia, al desiderio di fare sempre e solamente il bene”.

Ho voluto organizzare questa manifestazione perché conoscevo Simone – spiega il promotore dell’incontro, Francesco Castellano (nella foto in alto), alunno della classe V A e rappresentante della Consulta Provinciale studentesca dell’istituto Siani – un ragazzo ucciso barbaramente con svariate coltellate.  L’obiettivo principale è stato quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche di violenza giovanile, attraverso ospiti illustri come padre Maurizio Patriciello. Poi è intervenuta anche la mamma di Simone, Natascia Lipari, esponente della fondazione Polis, associazione a cui è stata devoluta la raccolta fondi degli alunni dell’istituto”.

Da annotare che la manifestazione è stata organizzata con il patrocinio del Comune, mentre il Teatro “Magic Vision” è stato messo a disposizione gratuitamente.

 

Previous articleInfermiera del 118 coinvolta in incidente stradale in tangenziale: ricostruito il volto con un intervento di chirurgia plastica ad elevata complessità
Next articleCommissario e Commissione: una Caivano a due velocità
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here