La commissione straordinaria rimodella la struttura organizzativa del comune

0
967

A cinque mesi dal loro insediamento, la commissione straordinaria ha provveduto a modificare la struttura organizzativa dell’ente con un nuovo organigramma.

All’apice della struttura burocratica c’è la triade commissariale che si avvale del supporto del collegio dei revisori dei conti, del nucleo di valutazione e del segretario generale.

Tutti gli uffici e i vari servizi sono incardinati in otto settori in luogo dei dieci in cui precedentemente era strutturato il comune.

Secondo il nuovo modello organizzativo l’ente dovrebbe maggiormente realizzare un buon andamento dell’azione amministrativa in relazione ai bisogni della collettività, inoltre, nell’attuazione del piano di anticorruzione tutto il personale dovrà partecipare a dei corsi di formazione per prevenire, reprimere e contrastare il fenomeno della corruzione.

Infine nel corrente anno saranno completate le operazioni concorsuali per l’assunzione di circa 30 nuove unità. Una parte di queste, tredici, sono state già effettuate, ampliando l’organico dove erano presenti gli altri dipendenti, oltre agli ex Lsu a qui è stato amplianto l’orario.

Nel 2024 il comune di Caivano, grazie soprattutto al governo Meloni, dovrebbe essere in grado di superare le varie criticità rappresentate dalla storica carenza di personale.

I prossimi mesi ci diranno se l’azione dei commissari sarà efficace per garantire ai cittadini di Caivano un minimo di vivibilità.

Nel frattempo, pare, che ci sia stato il primo cambio tra i funzionari, con l’avvicendamento alle politiche sociali del dott. Biagio Fusco al posto della dott.ssa Ponticelli. Nelle prossime ore sapremo l’ufficialità e se verranno fatte altre scelte nei settori nevralgici in seno al comune.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here