Camorra e politica, indagini chiuse: 25 a rischio processo.

0
10647

Il 20 marzo i sostituti procuratori della Repubblica Francesca De Renzis, Giorgia De Ponte, Rosa Volpe e Anna Frasca hanno inviato a 25 persone la conclusione delle indagini preliminari. I 25 indagati spaziano tra gli esponenti del clan locale: Antonio Angelino (detto tibiuccio), Angelino Gaetano, Bervicato Raffaele, Cipolletti Giovanni, Galdiero Domenico, Lionelli Raffaele, Natale Angelo e Volpicelli Massimiliano, tra i dirigenti e tecnici comunali Zampella Vincenzo e Pezzella Martino, tra i politici locali Alibrico Giovanbattista (detto Giamante), Peluso Carmine, nuovamente il segretario di Italia Viva locale Armando Falco e i nomi nuovi Arcangelo Della Rocca del Pd e Gaetano Ponticelli di Forza Italia. Il resto degli indagati sono tutti i titolari di ditte che nell’ultima amministrazione hanno effettuato con regalie varie lavori sul territorio caivanese.

Tutti gli indagati hanno avuto facoltà, fino alla scorsa settimana, per:

  • Presentare memorie, produrre documenti e depositare documentazione relativa a investigazione del difensore;
  • Chiedere al Pm il compimento di atti d’indagini;
  • Presentarsi per rilasciare dichiarazioni;
  • Chiedere di essere sottoposto ad interrogazioni.

Il fascicolo di chiusura indagine è composto da due distinte parti, uno di 28 pagine dove sono elencati gli indagati con in allegato le ipotesi di reato, l’altro di 41 pagine con esclusivamente l’elenco di registrazioni, intercettazioni telefoniche/ambientali/telematiche rilevanti ai fini di prova.

Il grosso fascicolo delle intercettazioni

In questa seconda parte sono elencate 430 intercettazioni (solo giorno, ora e soggetti intervenuti nella conversazione) che secondo la Procura di Napoli/Direzione distrettuale Antimafia sono importanti per i reati ascritti agli indagati.

Cosa da evidenziare che i soggetti in elenco non sono solo i politici indagati, gli esponenti dei clan e le tante ditte, ma anche altri soggetti. Il presidente del consiglio comunale, Francesco Emione, compare una sola volta, in una telefonata con l’assessore Peluso nel maggio del 2023.

Il sindaco Falco con l’assessore Ariemma e il vice sindaco Antonelli

L’ex sindaco Enzo Falco oltre alla, ormai, famosa conversazione resa pubblica con il vice sindaco Tonia Antonelli all’interno della propria auto del giugno del 2023, compare in tre conversazioni con Alfiero Luigi dell’aprile 2023, e in altre due conversazioni/intercettazioni a marzo 2023 dove sono presenti più di quattro persone. Tra cui il nipote Armando Falco, Vincenzo Zampella e sempre Tonia Antonelli.

Molto più comunicativa l’ex vice sindaco, in quota a Noi Campani, che oltre a comparire in queste conversazioni è elencata in una intercettazione ambientale del settembre 2022 con Carmine Peluso e Martino Pezzella, in altre due del gennaio 2023 con Vincenzo Zampella, in tre conversazioni whatsapp sempre con il funzionario dei lavori pubblici a cavallo tra gennaio e febbraio 2023, e per concludere 106 conversazioni di chat whatsapp, sempre con Vincenzo Zampella.

Cosa si dice in queste conversazioni? Questi esponenti politici che non risultato tra gli indagati hanno denunciato qualcosa o partecipavano passivamente alle azioni dei colleghi?

Cosa accadrà?

Ora sarà il tribunale a mandare tutti gli imputati innanzi al giudice delle udienze preliminari il quale stabilirà se mandare gli imputati a giudizio sulla base della ricostruzione operata dai PM con l’individuazione dei reati ascritti ad ogni imputato dopo aver sentito gli avvocati difensori.

In quella sede tutti gli imputati dovranno, in caso di rinvio a giudizio, decidere per un processo ordinario o avvalersi dei riti alternativi (abbreviato o patteggiamento).

l’ex assessore PNRR Della Rocca con esponenti PD

Nell’inchiesta della Procura di Napoli, negli atti conclusivi, rientrano anche l’ex consigliere di Forza Italia Gaetano Ponticelli a cui la procura contesta il ruolo di informatore del clan insieme all’ex assessore Peluso e all’ex consigliere Giamante.

Dovranno sottoporsi al vaglio dei magistrati anche l’ex segretario di Italia Viva Armando Falco e l’ex assessore Pd Arcangelo Della Rocca, entrambi accusati di vari reati anche di carattere associativo.

Infine va segnalata la posizione di tre indagati: Massimiliano Volpicelli (da dicembre 2023), Raffaele Bervicato (da gennaio 2024) e Carmine Peluso (da gennaio 2024) che sono diventati collaboratori di giustizia, rendendo diverse dichiarazioni all’autorità giudiziaria.

Questi verbali sono confluiti nel faldone processuale e la situazione si arricchisce di vecchi e ulteriori aggiornamenti. (Tra qualche giorno ulteriori aggiornamenti)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here