L’EVENTO. La sanità italiana si ritrova a Napoli il 29 e 30 maggio nell’evento Grandi Ospedali

0
300

Il 29 e 30 maggio saranno oltre 800 i partecipanti all’evento “Grandi Ospedali”, che si terrà presso l’ospedale Cardarelli di Napoli e l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II. L’evento “animerà” 42 laboratori incentrati su temi specifici della sanità.

Al centro delle discussioni: intelligenza artificiale, robotica chirurgica, gestione delle maxiemergenze, modelli di gestione sanitaria, nuove terapie, telemedicina, etica, comunicazione in sanità.

Dunque sarà una due giorni in cui tutto il mondo della sanità italiana si ritroverà a Napoli in occasione dell’evento Grandi Ospedali, organizzato da Koncept in collaborazione con il Cardarelli, l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e la Federazione Italiana Aziende Sanitarie ed Ospedaliere (FIASO).

Le edizioni precedenti di Grandi Ospedali si sono svolte all’ospedale Careggi di Firenze nel 2022 e lo scorso anno a Roma presso l’Università La Sapienza e l’azienda Sant’Andrea. L’evento vedrà la partecipazione di circa 80 Direttori Generali di Aziende Ospedaliere e Sanitarie provenienti da ogni parte d’Italia.

La giornata inaugurale si terrà mercoledì 29 maggio (ore 10.30) al Cardarelli, presso il Salone Moriello, con un convegno istituzionale che vedrà, tra gli altri, la presenza del Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, della senatrice Maria Domenica Castellone, del Presidente di Agenas, Enrico Coscioni, del Presidente di FIASO, Giovanni Migliore.

La giornata del 30 maggio, invece, prenderà il via (ore 10) presso il polo di Biotecnologie della Federico II (via Tommaso de Amicis, 95) e si articolerà in 42 laboratori tematici e uno spazio agorà in cui si alterneranno interviste dalle ore 10 alle 16.

 “Abbiamo voluto fortemente che questo grande evento della sanità italiana si tenesse a Napoli per dare una prospettiva da Mezzogiorno della Sanità italiana – spiega Antonio d’Amore, Direttore generale dell’ospedale Cardarelli e vice presidente FIASO – dal confronto coi colleghi Direttori Generali di tutte le Regioni emergono analogie fortissime sulle difficoltà e le potenzialità del sistema sanitario italiano. Queste giornate permetteranno di focalizzarci meglio su alcune tematiche che potranno diventare oggetto di ulteriori approfondimenti sui tavoli di discussione nazionale”.

Ogni laboratorio sarà condotto seguendo un metodo co-creativo che condurrà alla formulazione di proposte di intervento. Molti i temi che saranno affrontati: dalle nuove terapie alla comunicazione, digitalizzazione ed intelligenza artificiale, passando per i nuovi modelli organizzativi con particolare attenzione al rapporto con il territorio, fino al tema della gestione dell’emergenza, ai percorsi assistenziali e alla vaccinazione in ospedale.

“Ospitare la terza edizione di Grandi Ospedali – chiosa Giuseppe Longo, Direttore Generale dell’Azienda Universitaria Federico II – rappresenta una grande opportunità per tutti i Direttori Generali e i professionisti della sanità che, grazie ai lavori dei laboratori, potranno trovare nuove soluzioni alle continue sfide che si presentano periodicamente, al fine di rendere il nostro sistema sanitario più sostenibile. Le innovazioni tecnologiche, tra tutte l’IA, ed i rinnovati modelli organizzativi ci pongono di fronte a nuovi scenari, in cui sarà fondamentale fare sistema e ricercare un contributo multiprofessionale per affrontare con consapevolezza i cambiamenti che stanno attraversando il Servizio Sanitario Nazionale”.  L’accesso all’evento è gratuito, previa iscrizione sul sito www.grandiospedali.it

 

Previous articleA Cercola, il 29esimo Torneo Calcio Insieme. La solidarietà scende in campo
Next articleMOTOCICLISMO. Il ritorno dell’enfant prodige: Renato Leodato torna in pista dopo due infortuni  
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here