Alle Pmi che formano ed assumono giovani di Caivano, 15 milioni di euro

0
2020

A giorni sarà pubblicato il bando che prevede quindici milioni destinati alle Pmi nell’area industriale di Caivano, che decideranno di investire formando ed assumendo i giovani del territorio. L’iniziativa è frutto di un programma che coinvolge Invitalia e il ministero delle Imprese e del Made in Italy, Regione Campania, Comune di Caivano e gruppo zonale di Caivano dell’Unione industriali di Napoli. 

 

Il ministero delle Imprese e del Made in Italy ha stipulato un accordo di programma con la Regione Campania e il Comune di Caivano, finalizzato all’attuazione degli interventi di riconversione e riqualificazione produttiva nel territorio di Caivano. La Legge di bilancio 2024 ha disposto per il Comune commissarato l’applicazione del regime di aiuto destinato alle aree di crisi industriale.

Le risorse finanziarie assegnate per la realizzazione degli interventi sono 15 milioni. L’accordo di 36 mesi prevede l’istituzione di un comitato tecnico composto da quattro membri – due del Mimit, uno della Regione e uno del Comune – che si occuperà di vigilare, coordinare e monitorare.

Si fa riferimento a piani di investimento strutturale, finalizzati anche a transizione ambientale, e a investimenti in formazione. E dovranno essere ciascuno di importo non inferiore a un milione. «Le imprese potranno usufruire degli aiuti -dice il presidente del gruppo industriali di Caivano Armando De Nigris– per rendere i luoghi di lavoro più sicuri e più attrattivi per i giovani. Il lavoro avrà una funzione educativa per i giovani di aree degradate e sarà leva di competitività per le nostre aziende».

Tra le aziende coinvolte: Unilever con il polo del gelato maggiore d’Europa, Ferrero, Acetificio Marcello De Nigris, Harmont & Blaine, Mangimificio Petrini, Free System, Caffè Borbone, ma anche medie e piccole, si sono attivati da tempo, dopo l’intervento del Governo, affinché potessero dare un contributo alla soluzione dei gravi problemi dell’occupazione giovanile. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here