Via Minghetti, attuate le procedure per la videosorveglianza

 

Ieri mattina, a seguito di diverse segnalazioni da parte dei cittadini residenti a via Minghetti, sono state attivate delle procedure di video sorveglianza. Troppi rifiuti abbandonati nell’area che comprende tutta la strada e arriva fino allo sbocco esterno con via Beethoven e via Paganini.

Da un nostro articolo pubblicato lo scorso 25 maggio, “Via Minghetti, l’incivilita dei cittadini la fa da padrone” a cura di Francesco Celiento, è possibile apprendere che la situazione di degrado sia diventata insostenibile per tutti i residenti della zona. La situazione fu allora segnalata dall’ex consigliere Domenico Falco per fare in modo che si trovasse una soluzione adeguata.

Purtroppo, a nulla sono servite le proteste. A tal proposito è stato istituito un sistema di video-sorveglianza con delle telecamere trappola (ad infrarossi) per individuare ogni movimento dei passanti. Il cartello parla chiaro: “E’ assolutamente vietato l’abbandono e il deposito dei rifiuti – Area videosorvegliata“. Della questione se ne sono occupate le Guardie Ambientali d’Italia (sez. staccata di Caivano) sotto la guida della Protezione Civile.

Gallery

Abbandono di rifiuti: reato punibile con sanzione amministrativa

Coloro che vorranno segnalare in modalità anonima agli enti preposti (vigili urbani, carabinieri) un’attività sospetta, potranno farlo senza alcuna remora.

Ricordiamo ai cittadini che l’abbandono di rifiuti e l’attività di gestione non autorizzata è un reato punibile secondo il decreto legislativo n. 152/2006 (Codice dell’Ambiente), nato con l’espressa finalità di promuovere livelli di qualità della vita più alti attraverso la salvaguardia e il miglioramento delle condizioni dell’ambiente.

Il trasporto del rifiuto per abbandonarlo in un luogo rientra nella condotta punita dalla sanzione amministrativa e non integrerà un autonomo e distinto reato di trasporto senza autorizzazione.

 

 

 

  1. Nicola PALMIERO 26 ottobre 2017, 18:58

    Un’altra grande stronzata. Sono stato sul posto e non c’è nessuna telecamera, solo alberi ma di fili o altro che serve per far funzionare la telecamera proprio niente. Sarà il solito spaventapasseri che nessuno prenderà in considerazione. Ricorso che anche l’assessore Claudio Castaldo spese migliaia di euro per gli stessi spaventapasseri che dopo pochi giorni furono smascherati. Solo soldi dei cittadini buttati.

    Reply

Lascia un commento

Your email address will not be published.