Home Cronaca Inferno nell’Asi di Pascarola, a fuoco una ditta che lavora plastica e...

Inferno nell’Asi di Pascarola, a fuoco una ditta che lavora plastica e carta

32651
1
SHARE

CAIVANO – Mentre scriviamo (ore 13.10) è in atto un grosso incendio nella ditta Di Gennaro, che ricicla carta e plastica, sita nella zona industriale di Pascarola. La lunga e vastissima coltre di fumo nero si nota a chilometri di distanza. Tant’è che diversi cittadini di altri comuni hanno già postato foto e filmati dell’incendio su Facebook. La gente di Pascarola, la più vicino al luogo del rogo, è letteralmente assalita dai miasmi e si starebbe chiudendo in casa. “Balle di carte e plastica in fiamme nel piazzale, il fuoco si starebbe allargando all’ex sede dell’Igica, è un inferno”, ci dice il nostro collega Pasquale Gallo, presente sul posto. Solo ora (13.18) sono giunti i vigili del fuoco. Ci vorranno ore per domare le fiamme.

Vi aggiorneremo man mano con dirette Facebook (Il giornale di Caivano) e notizie flash su questa stessa pagina.

AGGIORNAMENTI: 

ORE 20.02: Pompieri e Carabinieri, oltre ad Asl ed Arpac, ancora al lavoro per spegnere le fiamme.

ORE 18.40: Secondo la responsabile della sicurezza della ditta Di Gennaro, sentita dal portale Napolimetropoli.it (vedi intervista integrale sul nostro sito), l’incendio si è sviluppato in pochissimo tempo e per questo motivo si sarebbe propagato subito; comunque la roba andata a fuoco sarebbe carta già lavorata e quindi materia prima secondaria (non rifiuti) pronta per essere trasportata alle cartiere. Ovviamente si tratta di una dichiarazione della parte interessata… Intanto la nuvola nera di fumo sta sparendo man mano.

ORE 17.30 Situazione, per fortuna, sotto controllo; adesso, secondo indiscrezioni, i vigili del fuoco effettueranno un’azione di soffocamento col terreno per assestare un duro colpo all’incendio.

ORE 17.00 Stanno calando le fiamme, ma ci vorrà tempo per spegnere tutto, per nulla certo l’arrivo dei Canadair, gli aerei specializzati nello spegnere i fuochi.

ore 14.48 Sarebbe stata isolata all’interno della fabbrica la zona dove si è sviluppato l’incendio onde evitare di far espandere le fiamme. I vigili del fuoco comunque faticano a domare le fiamme, sempre altissime.

ore 14.30 Presente anche l’esercito ed i vigili urbani di Caivano. Ora si sta evacuando la PPG, un’industria chimica, considerata ad alto rischio ambientale, per fortuna situata dal lato più distante dal luogo dove si sta sviluppando l’incendio.

ore 14.15: L’incendio è definito grave, sul posto sono arrivate almeno sette autobotti dei Vigili del Fuoco, che non riescono a domare ancora le fiamme. Presenti tantissime pattuglie dei Carabinieri di Casoria e di Caivano, molti giornalisti e alcuni curiosi. Sono stati trasportati fuori tutti i rifiuti che erano all’interno e all’esterno del deposito, per metterli al sicuro.

L’incendio è stato circoscritto, pur di notevoli dimensioni, quindi non dovrebbe estendersi e colpire le zone circostanti. Giunta per precauzione anche un’autoambulanza. Non ci sarebbe, secondo fonti vicine alla fabbrica, nessun intossicato fra gli operai.

 

 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleRimpasto di giunta a Casoria, i nuovi nomi e le considerazioni di Nando Troise
Next articleIncendio, avviso alla cittadinanza: chiudete le finestre. Pericolo diossina
Francesco Celiento
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here