Home Cronaca Emergenza rifiuti anche all’isola ecologica, si rischia il sequestro dell’area

Emergenza rifiuti anche all’isola ecologica, si rischia il sequestro dell’area

1298
0
SHARE
isola ecologica Caivano

Da metà settimana scorsa l’isola ecologica è chiusa al pubblico, tranne per qualche piccolo scarico perchè stracolma di rifiuti.

I dipendenti hanno cercato di sistemare alla meglio i diversi scarti per poter accogliere più cittadini possibili, ma ora non vi è più spazio.

Toner e cartucce
medicinali scaduti
medicinali scaduti

 

Situazione critica come abbiamo denunciato più volte per medicinali e cartucce esauste, gli ingombranti sono accantonati anche in un angolo del deposito, con diversi materassi.

materassi
materassi
carta e plastica
carta e plastica

Ora con la Polizia provinciale (Unità Operativa Tutela Ambientale) e i carabinieri del Noe che stanno verificando diversi siti a nord di Napoli c’è addirittura la possibilità di sequestro dell’area, uno smacco troppo grande per un comune amministrato da commissari.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleComune, i soldi per i commissari saranno rimborsati dal Ministero degli Interni
Next articleCasoria chiede fondi per studi di microzonazione sismica di I° livello
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here