Home Primo piano LA SPERIMENTAZIONE. L’Asl Napoli 2 nord è la prima azienda sanitaria italiana...

LA SPERIMENTAZIONE. L’Asl Napoli 2 nord è la prima azienda sanitaria italiana ad utilizzare il Light Fidelity

656
0
SHARE

L’Asl Napoli 2 Nord è la prima azienda italiana a sperimentare il LiFi (Light Fidelity) al posto del WiFi (Wireless Fidelity). Il via presso l’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, dove ora i dati informatici correranno con la luce del LiFi, invece che sulle onde radio del WiFi. Per questo motivo l’Asl Napoli 2 Nord ha ricevuto a SMAU 2021 anche il Premio Innovazione.

Dunque si tratta di una sperimentazione che l’Azienda Sanitaria sta portando avanti con un totem dedicato al pubblico cui è possibile connettersi con il proprio smartphone (a meno che non sia un modello obsoleto) e con una postazione pc che si avvale di uno speciale modem. La tecnologia si basa sulla trasmissione di dati mediante particolari lampade a led che, modulando la frequenza della luce, conducono informazioni alla fotocamera dello smartphone (o al modem specifico) garantendo precisione e velocità di trasmissione.

LE DICHIARAZIONI

 “Stiamo testando con molto interesse questa tecnologia che ha un potenziale notevole – sottolinea Salvatore Flaminio, direttore dell’UOC Tecnologie Informatiche ed Ingegneria Clinica dell’Asl – il LiFi, oltre a garantire la velocità e la precisione della trasmissione delle informazioni, ci consente di sapere esattamente a chi stiamo inviando le informazioni, considerato che si tratta di una tecnologia “a vista”. Questa tecnologia diventa importantissima per garantire la tutela dei dati e la loro contestualizzazione geografica. Ringrazio la Start Up che ci sta accompagnando in questo percorso di sperimentazione”.

“Ringrazio l’Ingegnere Flaminio e i suoi collaboratori per il supporto continuo che assicura ai nostri sanitari nell’erogazione dei servizi – commenta il direttore generale dell’Asl Napoli 2 Nors, Antonio d’Amore – l’azienda in questi anni è diventata un punto di riferimento in Campania anche per l’innovazione tecnologica. Oggi è impensabile garantire una sanità di qualità senza investire in modo consistente sulla tecnologia. E la nostra Asl lo ha già fatto nella diagnostica per immagini, nella chirurgia, nella condivisione delle informazioni abbiamo raggiunto standard estremamente elevati”.

COME UTILIZZARE LA TECNOLOGIA LiFi

Per utilizzare la tecnologia LiFi a Pozzuoli basta entrare nella hall, scaricare sul proprio smartphone l’app dedicata alla ricezione del segnale, aprire l’app e posizionare lo smartphone sotto la luce del totem dedicato. Non appena lo smartphone sarà sotto il raggio luminoso compariranno sullo schermo le informazioni relative all’ospedale, i reparti e la loro collocazione. L’Asl, a seguito della sperimentazione, sta valutando un utilizzo più esteso di tale tecnologia presso i letti dei pazienti, integrando la tecnologia della Cartella Clinica informatizzata, su cui l’Azienda Sanitaria è leader in Campania, con quella del LiFi.

Da segnalare, inoltre, che dal prossimo martedì 11 gennaio, in occasione dell’evento Procida Capitale della Cultura 2022, sarà allestito un totem LiFi anche presso l’ospedale isolano Gaetanina Scotto.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleL’INIZIATIVA. Record di ascolti per il maxi evento “Passione Live”, culla della Ri-nascita di Napoli
Next articleAnno nuovo, vecchie usanze…rubato nuovamente il palo della videosorveglianza
Lauree magistrali in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, ed in Scienze Motorie, con Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. Giornalista pubblicista, è corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino” dal 1990. Docente, vicepreside, ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana, addetto stampa per il Centro Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana, ha diretto, tra gli altri, i periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”, collaborando, inoltre, con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Caporedattore della testata online Campania Press.it, collabora con emittenti televisive da oltre un ventennio, curando interviste e servizi. Da svariati anni collabora anche con l’emittente televisiva “Capri Event”. Nell’ottobre 2019 gli è stato assegnato il Premio Nazionale “Mario Fiore”, giunto alla V edizione, per la sezione dedicata al giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here