Caivano, scuola e impresa insieme per il futuro dei giovani del territorio

0
2893

carfora_navasCAIVANO – (comunicato stampa) – Rendere il collegamento tra scuola e mondo dell’impresa sempre più stretto affinché ai giovani del territorio possano essere offerte delle reali occasioni di lavoro.

E’ il senso del progetto svolto nei mesi scorsi dall’istituto Morano di Caivano, presieduto dalla dirigente Eugenia Carfora, dove questa mattina, presso l’aula magna sono stati presentati quelli che sono stati i risultati di un’ intensa attività e soprattutto di una proficua esperienza per i ragazzi.

L’iniziativa ha avuto come obiettivo quello di avviare gli studenti ad un percorso che li introducesse in quelle che sono le realtà aziendali del territorio affinché quanto imparato sui banchi di scuola si traducesse in pratica. Un percorso virtuoso finalizzato a non rendere la scuola una monade completamente distaccata dal mondo del lavoro e far sì che le imprese dell’hinterland possano avere come i giovani locali come riferimento di operai specializzati e dall’alto livello formativo.

Il manager scolastico, Eugenia Carfora, ha illustrato in particolare l’esperienza dei ragazzi maturata nei 21 giorni di stage presso le aziende.
Nel corso dell’ incontro – afferma Nino Navas, imprenditore e fondatore del movimento ‘Sveglia Caivano’ –  abbiamo tutti noi avuto l’ennesima dimostrazione della competenza e della grande operatività della Carfora vero esempio di abnegazione e amore per i ragazzi. La città non può che ringraziare ed essere grata alla dirigente per lo straordinario lavoro che svolge con passione da anni, seppur tra mille difficoltà. Io, insieme agli altri imprenditori che hanno partecipato al progetto ci siamo impegnati per una più stretta collaborazione con la scuola finalizzata all’inserimento, ogni anno, di un certo numero di alunni a conclusione di un adeguamento percorso formativo”.

L’impegno profuso in questi anni ha portato al riconoscimento da parte del competente Ministero dell’istituto Morano quale Polo Formativo. Nel suo intervento il sindaco Monopoli ha avuto parole di elogio per gli straordinari risultati raggiunti dalla Carfora, all’inizio del tutto insperati.

“Una standing ovation – conclude Navas – da me sollecitata è stato il modo più naturale per omaggiare una persona che si spende senza lesinare energia affinché nessun giovane della nostra città si senta abbandonato”.

 

Previous articleRischio crollo per un muro dell’isola ecologica. E nessuno toglie più le erbacce…
Next articleCaivano, spaccio ed evasione: due arresti in una sola giornata
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here