Coppa Italia, la Caivanese sconfitta di misura.

0
1317

REAL FORIO – BOYS CAIVANESE 1-0

REAL FORIO: Mazzella C.; Mattera; Di Costanzo; Iacono; De Giorgi; Di Dato; Conte (22′ s.t. Saurino); Mora; Pesce; Chianese (C) (83′ De Felice) ; Capuano (62′ Fanelli). A disposizione: Verde; Magaddino; Fanelli; Mazzella S.; De Felice; Boria; Saurino. Allenatore: Iovine

BOYS CAIVANESE: Viola; Castaldo; Scarparo; Verdone (50′ Giacco); Iovinella; De Fenza; Emmausso (57′ Cafaro); Gelotto (C); Angelino (37′ s.t. Incoronato); Santonastaso; Spilabotte. A disposizione: Ciccarelli; De Muto; Giacco; Caiazza; Bocchetti; Cafaro; Incoronato. Allenatore: Amorosetti

ARBITRO: Crescenzi di Napoli – ASSISTENTI: Izzo e Robello di Torre del Greco

AMMONITI: Castaldo; Scarparo; Chianese; Spilabotte; Gelotto; Conte; Saurino

ESPULSI: Spilabotte per somma di ammonizioni

MARCATORI: 73′ Chianese

RECUPERI: 1’pt; 5’st

FORIO D’ISCHIA (NA). 1-0 il finale. Torna a sorridere in Coppa il Real Forio dopo la sconfitta patita in trasferta con lo Stasia e continua il tabù delle trasferte isolane per la Boys: due sconfitte e un pareggio. I gialloverdi non riescono a ripetere la grandissima prestazione con la quale sabato avevano triturato la Sessana per 4-0.Ampia turnazione per i due Mister. Iovine ne cambia sei rispetto all’ultima di campionato contro i cinque di Amorosetti che deve rinunciare a De Stefano, fermo ai box con la febbre.

Dopo un minuto di silenzio, osservato in ricordo dei due cari scomparsi di Capitan Chianese e del preparatore dei portieri gialloverde Di Caprio, inizia finalmente il match. La cornice di pubblico è, per usare un eufemismo, da “turno infrasettimanale di Coppa”. E in campo l’intensità delle due squadre sembra rispecchiare tale scenario. I ritmi sono blandi ma le occasioni da una parte e dall’altra non mancano. Il nervosismo pure. Tanti gli ammoniti e un espulso, troppe le parole poco affettuose e le spintarelle amorevoli tra gli interpreti. Al 9′ la prima occasione limpida del match: Conte mette in mezzo e Pesce, solo al centro dell’area gialloverde, calcia di poco a lato. Al 30′ Emmausso approfitta di un liscio per involarsi sulla sinistra e lascia partire un cross leggermente lungo che Angelino non riesce a ribadire al centro in maniera pericolosa. È proprio questa l’occasione da goal più ghiotta prodotta nella prima frazione dalla Boys che non riesce in questo frangente ad approfittare della situazione di superiorità numerica.

I protagonisti del secondo tempo sono due: Chianese nel bene e il gialloverde Spilabotte nel bene e nel male. Al 53′ da calcio piazzato dalla sinistra quest’ultimo mette dentro un pallone velenoso che complice una deviazione di un avversario si stampa sul palo interno. Al 58′ si mette ancora in evidenza. Viene trattenuto nettamente in area di rigore ma il direttore di gara incomprensibilmente non assegna il penalty. Al 73′ il goal che decide il match. Il reduce dal reality “Campioni” Chianese viene inspiegabilmente lasciato solo dalla retroguardia gialloverde. Un tocco sporco da due passi dalla linea di porta basta e avanza per trafiggere l’incolpevole e sfortunato Viola che riesce anche a toccare con un piede. La Boys, incitata e allo stesso tempo rimproverata dal proprio allenatore, sembra scarica mentalmente e non riesce a reagire in maniera adeguata sia a livello tecnico che caratteriale.

Complice l’eccessivo nervosismo non riesce ad imbastire un vigoroso arrembaggio finale e rientra anche in dieci negli spogliatoi. Spilabotte, già ammonito per proteste, si aggiudica nel finale il secondo giallo ancora per qualche parola di troppo all’indirizzo del direttore di gara.Appuntamento a Caivano, sempre alle 14:30, mercoledì 18 novembre per la gara di ritorno. Gli isolani sono chiamati a difendere il goal dell’andata costruito attraverso una prestazione battagliera e coraggiosa. A premiare il Real Forio il merito di aver sfruttato cinicamente una delle poche sortite d’attacco degne di cronaca. La Boys dal canto suo ha già dimostrato facendo fuori in rimonta la corazzata Ercolanese nel turno precedente di potercela fare. Anche allora partiva da un 1-0 patito in trasferta sfoggiando grandi valori tecnici e soprattutto caratteriali. Staremo a vedere. E che vinca il migliore.

A cura di Claudio Pietro Esposito – Ufficio stampa Nuova Boys Caivanese

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here