Rimozione ecoballe, arriva l’ok di Cantone: parte la prima gara d’appalto, ma il piano di smaltimento è un mistero

0
1521

GIUGLIANO. Via libera dell’Anac per il capitolato d’appalto per la rimozione delle ecoballe. “In queste ore si avvia formalmente la procedura di gara per eliminare in Campania 5,6 milioni di tonnellate di ecoballe. Parte una iniziativa di valore storico dopo un’attesa durata 16 anni”, afferma il presidente della Regione De Luca.

Sabato 19 dicembre, in commissione ambiente alla Camera, é arrivato il decreto legge 185\2015 riguardante gli interventi straordinari per la Regione Campania. Allo stato attuale, non si capisce ancora quale sia il progetto preciso della regione, per lo smaltimento delle ecoballe. Poco fa è arrivato dall’Autorità Anticorruzione l’ok alla procedura di gara indetta dalla Regione. Da quanto scritto nel decreto legge, il piano prevede lo smaltimento, dove occorra anche attraverso la messa in sicurezza permanente in situ, dei rifiuti in deposito nei diversi siti della Regione Campania risalenti al periodo emergenziale 2000/2009 e comunque non oltre il 31 dicembre 2009; la bonifica, la riqualificazione ambientale e il ripristino dello stato dei luoghi dei siti di cui alla lettera non interessati dalla messa in sicurezza permanente e l’eventuale restituzione delle aree attualmente detenute in locazione ovvero ad altro titolo. Il piano è stato trasmesso alla Presidenza del Consiglio dei ministri e ai Ministeri dell’ambiente della tutela del territorio e del mare e dell’economia e delle finanze per le valutazioni di competenza che sono rese entro 20 giorni dal ricevimento. Il piano è successivamente inviato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri alla Commissione europea. Per il finanziamento del Piano è stato istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze un Fondo con una dotazione di 150 milioni di euro per l’anno 2015, di cui 70 milioni sono immediatamente trasferiti alla Regione Campania per le ed i restanti 80 milioni sono trasferiti al bilancio autonomo della Presidenza del Consiglio dei ministri per essere successivamente trasferiti alla Regione Campania sulla base dell’attuazione del cronoprogramma come certificata dal Presidente della Regione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here