Casa-spaccio, i carabinieri fanno scattare le manette per il proprietario

0
1822

droga21marzo2014di FRANCESCO CELIENTO

CAIVANO – Ancora un arresto sul fronte dello spaccio di stupefacenti, diventato da tempo l’attività più fruttuosa per la malavita locale. I carabinieri della tenenza di Caivano, guidati dal sottotenente Ottavio Abeille,  ieri sera (11 gennaio) hanno stretto le manette ai polsi di A. R., 41 anni, residente nel popolare rione Iacp, sorpreso a domicilio con 65 dosi di hashish e 35 di marijuana. I militari, che hanno sequestrato pure 305 euro in contanti, guardacaso somma tutta in banconote di piccole taglio, ritengono che l’uomo, uscito dal carcere appena un anno fa proprio per reati analoghi, spacciasse a casa propria.

Previous articleil sindaco Monopoli convoca la prima riunione della “cabina di regia”
Next articleDecoracasa il 15 gennaio presenta un nuovo prodotto per imbianchini, architetti e decoratori…
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here