IL PD: PERICOLO DI PERDERE LA VIDEOSORVEGLIANZA A CAIVANO

0
1605

videosorveglianza_novita

CAIVANO – Il giorno 29 dicembre 2015, la giunta regionale della Campania, con delibera n. 862, ha deliberato l’approvazione di uno schema in merito al “Patto Terra dei Fuochi”, tale schema detta le linee guida e le regole che i sottoscrittori ed i beneficiari,  di finanziamenti  inerenti a tale patto devono tenere e rispettare.

Tra i beneficiari dei finanziamenti, compare il Comune di Caivano, con un progetto, presentato dalla ex giunta Falco, e fortemente voluto dall’ex Assessore all’Ambiente, Francesco Casaburo, oggi uno dei maggiori riferimenti locali del Presidente De Luca. Tale progetto prevedeva  un sistema di videosorveglianza sul territorio extraurbano, finanziato per un importo di euro 500.000 , per l’installazione di circa 40 telecamere per il controllo del territorio comunale, da realizzare entro il 31 dicembre 2016, pena la perdita dei finanziamenti.

Ad oggi la nuova amministrazione a guida Forza Italia, con il Sindaco Monopoli, è riuscita a dare solo un incarico ad un tecnico di fiducia per l’importo di  9.000 euro, attraverso il suo dirigente di fiducia, Vito Coppola, senza riuscire a concretizzare nulla (il progetto non si sa a che punto sia), rischiando di perdere il finanziamento ottenuto dalla precedente amministrazione.

Con il sollecito del PD locale, siamo riusciti a far rifinanziare il progetto con una proroga che consente al Comune di Caivano di ripresentare gli elaborati entro il 28 febbraio 2016. Grazie all’intervento della Giunta Regionale a guida De Luca si potra usufruire di 40 telecamere da predisporre sul territorio per evitare lo sversamento illegale dei rifiuti, dimostrando ancora una volta le capacità amministrative del PD, locale e regionale, e le inefficienze nonché le incapacità politiche di questa amministrazione a guida Monopoli, che navigano solo sulle onde di annunci e spartizioni di incarichi.

Il Partito Democratico, sollecita fortemente quest’amministrazione affinché venga reso pubblico, con atti e documenti, lo stato di avanzamento dei lavori.

Partito Democratico, sezione di Caivano

Previous articleANTEPRIMA\Bomba sul rimpasto in giunta, cambiano gli equilibri in maggioranza
Next articleMistero sui cumuli di rifiuti incendiati nella notte in mezza Caivano
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here