IL MITO. Le più belle città d’arte italiane raccontate ai bambini con una collana di libri fiabeschi nel segno di Maradona

0
600

Parte da Napoli il progetto “Maradino” della Roberto Nicolucci Editore, destinato interamente a finanziare ospedali e centri di cura e assistenza per bambini.

Una collana di guide alle città d’arte italiane destinata a giovani e bambini, costruita in modo fiabesco con un “cicerone” d’eccezione: il piccolo Maradino, un bambino nato su una piccola isola dell’arcipelago napoletano e cresciuto con il mito di Diego Armando Maradona.

È la suggestiva idea con cui la casa editrice napoletana Roberto Nicolucci Editore ha varato il progetto “Maradino alla scoperta dell’Italia”, un libro all’anno dedicato ad una delle grandi città d’arte dello stivale (da Palermo a Venezia, da Roma a Firenze) e firmato dallo stesso Roberto Nicolucci, giovane storico dell’arte, classe 1994 e già apprezzato mecenate impegnato nella valorizzazione delle eccellenze culturali napoletane.

E la partenza del viaggio letterario e divulgativo di Maradino, ovviamente, non poteva che essere Napoli, regno di Diego Armando Maradona al quale, dopo la sua scomparsa, la città ha dedicato anche lo stadio, “scalzando” finanche San Paolo.

Il primo volume del progetto è appunto “Maradino alla scoperta dell’Italia. Napoli” e sarà presentato in anteprima nazionale sabato 17 dicembre alle ore 11 nel Salotto Letterario “Le Zifere” nello storico palazzo napoletano De Sangro di Vietri (Piazzetta Nilo, 7), sede della Casa Editrice “Roberto Nicolucci Editore”. Una presentazione che sarà anche e soprattutto una “festa” per bambini con un relatore d’eccezione: lo stesso Maradino. Infatti il personaggio di fantasia del libro di Roberto Nicolucci è ispirato a Massimino, il suo nipotino napoletano di 10 anni con la faccia da scugnizzo e i riccioli alla Maradona che da qualche anno è un piccolo cervello in fuga in Spagna al seguito del padre e della madre impegnati in un importante progetto pedagogico ispirato al metodo Montessori.

E c’è anche una grande impronta dei suoi studi accademici di storia dell’arte intrecciati alla tradizione pedagogica secolare dell’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli nella metodologia di pedagogia dell’arte che ha ispirato il lavoro di Roberto Nicolucci sul progetto Maradino. C’è un bambino accompagnato da un piccolo pony di nome Esposito (con la chiara citazione del Maestro delle percussioni Tony Esposito) che guida i suoi coetanei alla scoperta di Napoli con linguaggio fiabesco e con le bellissime illustrazioni della disegnatrice della Scuola di Comix, Paola Del Prete. Una guida con un duplice intento: raccontare in modo più divulgativo i luoghi più noti di Napoli (dalla Cappella Sansevero al Museo e Real Bosco di Capodimonte) ma anche svelare alcune delle ‘perle’ del patrimonio artistico napoletano meno note al grande pubblico (dalla Fontana del Nettuno a due passi dal Porto al Mulino a vento di Jannis Kounellis nel cuore del centro storico). Ne viene fuori un libro-guida agile e snello e nel contempo appassionante, perfetto per bambini e ragazzi dai 5 ai 14 anni.

Gli ospedali napoletani Santobono e Pausilipon saranno i primi destinatari dell’intero ricavato del primo volume del progetto “Maradino”

Nel libro, interamente stampato su carta riciclata, c’è anche un regalo per i bambini: una minibox di pastelli per colorare un set di immagini speciali firmate da Paola Del Prete e inserite nell’appendice del volume. Nei ringraziamenti del volume c’è anche una notizia molto significativa: tutti e cinque i figli di Diego Armando Maradona, Dalma, Diego Armando junior, Giannina, Jana e Diego Fernando, così come i due artisti citati nel volume, Tony Esposito e Jorit, hanno ceduto gratuitamente i diritti d’immagine di loro proprietà. Una scelta che si ricollega a quella che, accanto alla divulgazione del patrimonio artistico italiano,  è la principale finalità del progetto editoriale “Maradino alla scoperta dell’Italia”: il sostegno alla cura e alla salute dei bambini. Tutti i proventi dei volumi saranno interamente devoluti ad ospedali e fondazioni che si occupano della salute e dell’assistenza dei bambini così come sta già avvenendo a Napoli, per il primo volume, con la Fondazione Santobono Pausilipon alla quale sono stati regalati anche 400 volumi per contribuire ai progetti di ‘lettura terapeutica’, che la Fondazione porta avanti.

“La casa editrice e il salotto letterario che ho fondato – spiega Roberto Nicolucci – portano avanti tre grandi obiettivi: la diffusione dei libri anche tra i giovani, la valorizzazione e la divulgazione delle eccellenze del patrimonio storico, artistico e culturale italiano e il sostegno, anche finanziario, a progetti di alto valore sociale e culturale. Aver saputo fondere tutte queste nobili finalità in unico grande progetto mi riempie d’orgoglio così come mi inorgoglisce averlo fatto nel segno e nel ricordo di Diego Armando Maradona. Perché così possiamo spiegare ai bambini, ma anche a tanti adulti poco attenti che ancora non lo hanno capito, quanto può essere “educativa” l’immagine e la storia di un uomo come Diego Armando Maradona che, anche e soprattutto dai suoi errori, ha saputo trarre forza ed insegnamenti per stare sempre al fianco dei più deboli sfidando qualsiasi impedimento. Proprio come ci testimonierà per sempre quell’immagine indelebile del grande Diego nel piccolo campetto pieno di fango ad Acerra, impegnato a giocare e a divertirsi, anche contro il volere della sua società di appartenenza, per una nobile causa proprio per la cura di un bambino”.

 

 

Previous articleLuci di Natale…pastrocchio caivanese. Impegnati altri 4.873,168 €
Next articleIl sindaco Falco chiede alla maggioranza di ‘cacciare’ la consigliera Palmiero
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here