Cala il sipario sulla prima edizione del concorso nazionale di gastronomia “Chef Matteo Alberini”: vince uno studente dell’istituto “Brescia” di Pompei

0
1296

 Il 17enne Giovanni Longobardi, studente dell’I.S. “Cesare Brescia” di Pompei (nella foto di copertina), vince la prima edizione del concorso nazionale di gastronomia (categoria “Piatto”), in memoria dello chef caivanese Matteo Alberini (nella foto in basso), svoltosi presso l’istituto superiore “Pantaleo” di Torre del Greco.

Secondo posto per Angelica Parente (Istituto Superiore “Enzo Ferrari” di Battipaglia)

e terza piazza per Alessia Pastore (Ipssar “De Gennaro” di Vico Equense).

Per la categoria Cibo/Vino, invece, il primo posto è andato alla studentessa Serena La Francesca dell’istituto “Ferrari” di Battipaglia.

Alle sue spalle si sono classificate rispettivamente Antonio Cutraro (istituto superiore “Brescia” di Pompei)

Cristina Brancaccio dell’Ipssar De Gennaro di Vico Equense.

Alla premiazione sono stati presenti anche i genitori di Matteo Alberini, Luigi e Annamaria De Angelis.

La kermesse è stata promossa dall’istituto superiore “Eugenio Pantaleo” di Torre del Greco, con il patrocinio dei Comuni di Caivano e Torre del Greco e della Saint Gennaro Foundation of Boston, per ricordare il giovane, ma già esperto chef Matteo, scomparso a soli 26 anni per un male incurabile. Lavorava a Boston, dove si era trasferito dopo il diploma conseguito all’Ipsseoa “Celletti” di Formia.

“E’ stato doveroso per la comunità di Caivano ricordare il 26enne Matteo, un’eccellenza del nostro territorio – sottolinea il sindaco Enzo Falco – facendolo rivivere attraverso questo importante concorso nazionale, rivolto ai futuri capocuochi”.

“L’obiettivo del concorso – precisano il dirigente scolastico Giuseppe Mingione ed il docente referente del concorso Mario Cozzolino – è stato anche quello di introdurre nelle scuole alberghiere italiane una didattica dell’alimentazione, fondata sulla conoscenza del territorio e sulla ricerca e valorizzazione dei prodotti di qualità, stimolando pure atteggiamenti critici e curiosi tra gli stessi studenti”.

La giuria, costituta da Eduardo Giglio (chef), Enzo Falco (sommelier), Pietro De Rosa (esperto di gastronomia), Pasquale Severino (rappresentante Associazione italiana Bartender e Mixologist), è stata presieduta dallo chef stellato Domenico Iavarone.

 

Previous articleDall’ospedale Cardarelli la campagna “Dottor Infermierә”, in occasione della Giornata internazionale dell’infermiere
Next articleConcorso International Music Competition, vince la Capogrosso di Caivano
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here