IL RICONOSCIMENTO. Il questore di Novara conferisce la lode al vice ispettore caivanese Stefano Alberini

0
2077

“Evidenziava capacità professionali e partecipava con impegno ad una delicata attività di polizia giudiziaria e di soccorso pubblico, che si concludeva con l’arresto in flagranza di reato di un uomo che, dopo aver sfondato il portone della Casa Comunale di Novara con la propria autovettura e cosparso se stesso e i locali interni dell’edificio con del liquido infiammabile, minacciava di togliersi la vita e di causare un incendio”.

E’ la motivazione della lode che il questore di Novara, Fabrizio La Vigna, ha conferito al vice ispettore di Caivano, Stefano Alberini (nella foto di copertina ed in alto), nel corso dei festeggiamenti del 172esimo anniversario della fondazione della Polizia di Stato.

DA PADRE IN FIGLIO: UNA VITA PER LA “DIVISA”

Il 45enne vice ispettore Stefano Alberini, figlio di Annamaria De Angelis e Luigi, noto ufficiale di polizia locale di Caivano (nella foto sopra con il figlio Stefano), alla quale ha dedicato un’intera vita con spirito di abnegazione ed eccelse competenze professionali e qualità umane, si è arruolato in polizia il 22 marzo del 1999. Ha frequentato il primo corso da Agente Ausiliario di leva presso la Scuola Allievi di Campobasso e successivamente ha frequentato il secondo corso da Agente effettivo, presso la scuola allievi agenti di Alessandria. Al termine del primo corso fu, poi, assegnato alla Questura di Milano e di seguito trasferito alla Sezione Polizia Stradale di Roma per il Giubileo del 2001.

Alla fine del secondo corso, invece, fu aggregato, in attesa della destinazione, al reparto mobile di Napoli per essere assegnato, in prosieguo, ancora alla Questura di Milano. Da qui è stato trasferito al Commissariato distaccato di Pubblica sicurezza di Legnano. Nell’anno 2007 è stato trasferito alla Questura di Novara, dove tuttora presta lodevole servizio. Inoltre, nel dicembre dello scorso anno, dopo aver vinto un concorso interno, è stato promosso alla qualifica di vice ispettore.

 

Previous articleL’ex assessore Carmine Peluso vuota il sacco!!! (1 puntata)
Next articleL’ex assessore Carmine Peluso vuota il sacco!!! (2 puntata)
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here