Parco Verde, un giardino dedicato al magistrato Bisceglia

21
3020

federico biscegliaCAIVANO –  Uno spiraglio di luce per il Parco Verde di Caivano. E’ quello che in questi giorni hanno regalato ad una delle realtà più difficili della provincia di Napoli i volontari dell’associazione “Diritti sociali” con la pulizia della villa pubblica presente all’interno del rione.

Un lavoro certosino che si è sviluppato nella rimozione dei rifiuti, dei vari materiali di risulta presenti, fino addirittura a delle siringhe lasciate in quello che dovrebbe essere un parco giochi per bambini. “La nostra associazione insieme ai soci – disoccupati del nostro rione opera per il bene dei residenti di questo quartiere – afferma Antonio Annavale, presidente dell’associazione ‘Diritti sociali’- in questi giorni abbiamo operato una radicale pulizia e manutenzione. Ora finalmente la villetta torna ad essere un vero e proprio parco giochi per i bambini e fruibile nuovamente da tutti in particolare dagli anziani”.

Come è noto il Parco Verde è un rione che è attraversato da numerose criticità e problematiche ma l’impegno dell’associazione “Diritti sociali” è rivolto anche a far emergere ed evidenziare le tante cose positive che vengono realizzate. “Molto spesso il Parco Verde diventa un vero e proprio luogo comune – continua Annavale (nella foto coi suoi volontari) – per identificare tutti casi negativi anche quelli che non avvengono qui ma in zone limitrofe. Nonostante le tante emergenze, in primo luogo quella abitativa esistono tante realtà positive che non vengono assolutamente valorizzate e che noi proviamo a dare voce”.

E per quanto riguarda il parco giochi rimesso a nuovo, l’associazione “Diritti sociali” si prefigge un obiettivo: intitolarlo al magistrato Federico Bisceglia, scomparso di recente in un tragico incidente. “A breve inizieremo la procedura per l’intitolazione – conclude Annavale – Bisceglia era un magistrato onesto che ha fatto tanto per questo territorio adempiendo sempre fino in fondo al suo dovere”.

20150313_132700

Previous articleCaivanese-San Vitaliano 4-0, festa al campo ‘Papa’
Next articleGiovane caivanese perde la vita in un incidente con la moto
Francesco Celiento, giornalista dal 1997, diventa pubblicista a soli 22 anni scrivendo il suo primo articolo nel 1992. Inizia a collaborare con quotidiani come "Il Giornale di Napoli" "Il Roma", "Cronache di Napoli" come corrispondente locale di cronaca nera, bianca e sport. Può vantare diverse collaborazioni nel corso della sua carriera, con i giornali: "Napoli Metropoli", "Ideacittà", "Cogito", "Non solo sport", "Freepress", "L'orizzonte", "Città del fare News". Ha lavorato come addetto stampa del comune di Caivano (2004) e di Frattamaggiore (2006); si è inoltre occupato di rassegne stampa nel mondo della moda e dei concorsi di bellezza (Miss Italia, Miss Mondo). Collabora con il Giornale di Caivano dal 2015, anno in cui insieme a Pasquale Gallo, ha fondato il blog. Da pochi mesi è addetto stampa dell'osservatorio per la legalità di Scampia. Ha avuto diversi riconoscimenti alla carriera, come il Premio Giornalistico "Don Gaetano Capasso" e la menzione speciale, come giornalista locale, per il Premio Eccellenze di Caivano nel 2017.

21 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here