Tragedia sfiorata al Parco Verde, 16enne colpito al volto da proiettili

0
3946

Inizia nel peggiore dei modi il 2023 a Caivano, sfiorata la tragedia al Parco Verde, quando dopo la mezzanotte per i festeggiamenti per il nuovo anno un ragazzino di 16 anni è stato ferito al volto da un colpo di pistola mentre si trovava affacciato al balcone di casa, all’isolato A5, per festeggiare il Capodanno insieme con i familiari.

Verso l’1.30 infatti Carabinieri della compagnia di Caivano sono intervenuti nell’ospedale di Frattamaggiore per un minorenne ferito.

Da una prima sommaria ricostruzione ancora da verificare pare che il 16enne (accompagnato al pronto soccorso dal proprio padre), mentre era sul balcone dell’appartamento al Parco verde di un suo zio dove stava festeggiando con la famiglia il nuovo anno, sentiva un forte dolore al volto. Da lì la corsa in ospedale.

Il minorenne ha riportato 2 fori: uno all’altezza mascella destra e l’altro mascella sinistra e per questo motivo si sospetta possa trattarsi di una ferita d’arma da fuoco, entrata e uscita. Fortunatamente il 16enne sta bene ed è già stato dimesso con una prognosi di 10 giorni. Indagini in corso da parte dei Carabinieri su una vicenda che poteva essere tragedia

Previous articleBlitz al cimitero di Caivano, si indaga sui dipendenti esterni
Next articlePerché a Capodanno? Tutte le usanze e le tradizioni…
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here