Caivano, la Lfa Publisher tra le “top ten” delle case editrici italiane

0
1330

Prestigioso risultato per la casa editrice caivanese “Lfa Publisher” che, in base al rapporto ISTAT – AIE (Associazione Italiana Editori) è risultata tra le prime 10 case editrici per numero di pubblicazioni nello scorso anno.

Un totale di ben 140 volumi pubblicati nel 2023, mentre nei suoi sette anni di costante e pregevole attività editoriale sono “nati” circa 800 libri, di cui una cinquantina anche in lingua straniera. Un bel patrimonio culturale, che la casa editrice di via Diaz ha pubblicato sempre in modo gratuito e senza alcun contributo da parte degli autori e delle autrici.

LE DICHIARAZIONI

“E’ davvero un bel successo per la nostra giovane casa editrice e per la collettività caivanese – commentano con soddisfazione gli artefici di questo brillante risultato Lello Lucignano e Pietro Santoro, rispettivamente direttore editoriale e responsabile della comunicazione – 140 titoli pubblicati nell’anno appena trascorso sono davvero tanti e ci gratificano, sia per la gran mole di lavoro svolto, sia per la fiducia che gli autori ripongono nella Lfa Publisher”.

Poi Lucignano (nella foto di copertina, da sinistra, con Santoro e Anna Maria Martines, componente dello staff editoriale) aggiunge. “Nella speciale classifica dell’Istat ci precedono soltanto le major dei grandi gruppi editoriali e network. Comunque, nel 2024 la nostra attività proseguirà, come sempre, senza soluzione di continuità, con l’auspicio di poter scalare ancora posizioni in graduatoria ed esaudire pure il desiderio di scrittori e scrittrici di vedere pubblicato i loro lavori”.

L’importante affermazione in campo nazionale della Lfa Publisher dimostra, che, attraverso la cultura, le belle storie possono nascere anche su questo territorio, spesso bistrattato, contribuendone così alla rinascita e al rilancio.

 

Previous articleL’EVENTO. Cardito, musica e solidarietà nella chiesa di San Giuseppe e Sant’ Eufemia
Next articleInaugurata a Caivano la mostra dedicata al giudice-ragazzino Rosario Livatino, assassinato dall’organizzazione mafiosa della Stidda
Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze della Comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità, presso l’Università degli Studi del Molise, la laurea magistrale in Scienze Motorie, presso l’Università degli Studi “Tor Vergata” di Roma e il Diploma Isef, presso l’Istituto Superiore di Educazione Fisica di Napoli. Tra le altre certificazioni ha conseguito anche il Master di I livello in Scienze della Comunicazione Pubblica. E’ giornalista pubblicista, iscritto all’Albo e all’Inpgi. Corrispondente del quotidiano nazionale “Il Mattino dal 1990”. Componente della Commissione Cultura dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, docente e vicepreside negli istituti superiori di secondo grado. Ufficiale del corpo militare volontario della Croce Rossa Italiana. Addetto stampa per il Centro-Sud dell’Associazione Nazionale Militari della Croce Rossa Italiana. Già direttore responsabile, tra gli altri, dei periodici “Occhio sulla Città” e “Non solo Sport”. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche (“Il Giornale di Napoli”, Roma, Napoli Metropoli, Idea Città, ecc.). Redattore delle testate online “Il Giornale di Caivano”, “Ergo Tv” e “Campania Press”. Ha collaborato e collabora con emittenti televisive regionali ed interregionali da oltre un ventennio (Capri Event, Telecapri News, Napoli Tivù). Tra i vari riconoscimenti figurano, per la sezione giornalismo, anche il Premio del concorso nazionale sulla legalità “Non tacerò” (anno 2016), il Premio Nazionale “Mario Fiore”, anno 2019, il Premio Internazionale “Liburia 2020” ed Il Premio “Città di Caivano 2022” (Leone d’Argento). Inoltre, nel maggio 2022 ha ricevuto la nomina di “Effettista Emerito” della contemporanea corrente pittorica italiana dell’Effettismo, mentre nel settembre 2023 gli è stato assegnato il Premio di riconoscimento alla carriera della XXIV edizione "The Grand Award to Excellence", per la sezione giornalismo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here