Home Cronaca Ancora problemi alla scuola Scotta, Maria Falco: ‘Tante le lamentele dei genitori’

Ancora problemi alla scuola Scotta, Maria Falco: ‘Tante le lamentele dei genitori’

1961
0
SHARE

La situazione nelle scuole di Caivano resta ancora di grosso disagio, sempre per le problematiche legate alle infiltrazioni d’acqua e ai riscaldamenti non funzionanti ovunque.

Al plesso Scotta della scuola ‘Milani a via Bellini questa mattina di più non poteva accadere con gran parte dei genitori imbufaliti per la situazione assai precaria.

Maria Falco coordinatrice azzurro  donna Forza Italia, oltre a far parte del consiglio d’istituto della ‘Milani’ questa mattina già dalle 8,00 ha notato anomalie e operai della manutenzione per il ripristino della caldaia poi, subito dopo, ha dovuto raccogliere le lamentele di tanti, ma oltre alle solite criticità si è aggiunto che una classe è rimasta bloccata per il guasto della porta ed è stato necessario forzarla per liberare i bambini. Tutto questo dopo aver chiesto alla presenza anche del consigliere comunale Marcantonio Falco ad un collaboratore scolastico se fosse tutto a posto, la risposta è stata positiva.

Maria Falco ha voluto precisare: ‘Ci avevano garantito che era tutto sotto controllo mentre i bambini sono a scuola da tre settimane tra mille difficoltà, nessuna verifica era stata fatta, come lo scorso anno la caldaia deve essere azionata tutte le mattine in modo meccanico, fino a che è ceduta nuovamente stamattina’

la rappresentante di classe ha ascoltato anche altri genitori e ha poi aggiunto

’ molti genitori sono sul piede di guerra per tante cose, lamentano di aule inutilizzabili e piene di muffa. Acqua che cola dal tetto, finestre bloccate, termosifoni probabilmente irreparabili, dato che si trovano sulla stessa verticale dove ci sono le infiltrazioni  (probabilmente a causa di qualche tubo interno). La cosa tragicomica è che addirittura questa mattina alcuni bambini sono rimasti bloccati in classe, perché si era bloccata la porta ed i bidelli hanno dovuto scardinarla per farli uscire. Perdite in alcuni bagni  al punto tale da aver messo un secchio per raccoglierla. Sempre questa mattina, una classe terza è stata fatta uscire prima, poiché hanno iniziato a cadere i pezzi di intonaco dal soffitto. Questa è una farsa e non si sta tutelando la salute e la sicurezza dei nostri figli.

Inoltre un genitore sempre questa mattina ha lamentato che, i “tecnici” hanno provato a svuotare i termosifoni, durante l’orario di lezione con finestre aperte e acqua che colava.

La situazione è complicata e domani ci sarà un nuovo incontro per rideterminare le criticità.

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleAl liceo Braucci di Caivano decolla il progetto per la raccolta degli oli esausti
Next articleDue medici indagati di omicidio colposo, dopo morte di Raffaele Arcella
Pasquale Gallo
Pasquale Gallo, nella comunicazione da più di vent’anni, ha studiato Marketing e Quality e cura diverse campagne pubblicitarie regionali. Giornalista pubblicista dal 2007, ha sempre scritto di sport, partendo da testate cartacee come Cronache di Napoli, Il Roma e Il Partenopeo, entrando nel web fondando Pianetanapoli nel 2006. Ad oggi oltre ad essere editore di Zona Calcio, portale e trasmissione radiofonica, collabora con TuttoCasertana e Capri Event Tv. Nel 2015 fonda IlgiornalediCaivano.it che non è solo un progetto editoriale, ma un vero punto di riferimento per l’intera cittadinanza con un continuo interagire attraverso email e social network.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here