Home Cronaca Lesioni personali ad operatrici di una casa alloggio. Torna in carcere 23enne

Lesioni personali ad operatrici di una casa alloggio. Torna in carcere 23enne

732
0
SHARE

Torna in carcere, dopo pochi giorni di libertà. L’uomo è un richiedente asilo di 23 anni, di origini africane, già noto alle forze dell’ordine e con dei precedenti penali per reati specifici, ha commesso reiterati atti persecutori e lesioni personali nei confronti delle operatrici di una comunità alloggio per minori di Caivano, che lo hanno denunciato immediatamente. In passato, è stato arrestato perché aveva preso in ostaggio le operatrici sociali della comunità. Dopo la denuncia tempestiva fatta dalle donne ai carabinieri della Tenenza di Caivano, guidati dal tenente Antonio La Motta, è stato possibile  ottenere un nuovo mandato di cattura per il 23enne, da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli Nord, ed è stato condotto presso il carcere di Poggioreale. 

 

 

 

Per restare sempre aggiornati sulle ultime notizie, iscriviti al nostro canale Telegram e seguici su Instagram
SHARE
Previous articleParigi val bene una…Champions: le quote per la vincitrice della Coppa dalle Grandi Orecchie
Next articleLa chiesa di Campiglione, l’affresco, il miracolo
Laureata in sociologia, con curriculum socio-antropologico alla Federico II di Napoli. Giornalista pubblicista, blogger e social media manager. Curatrice di eventi culturali, mostre e presentazioni di libri. Vice segretario nel direttivo del SUGC (Sindacato Unitario Giornalisti Campania). Lavora come docente di sociologia per enti di formazione. Appassionata di tecnologia e moda. Collabora con varie emittenti televisive per interviste e servizi. Ha collaborato come blogger per Fanpage, dal 2012 al 2019, e ha fondato il blog "Respirando Rosa". Adora i contrasti e le sfumature, decisamente una fiera anti-conformista, contro i sistemi di pensiero strutturati e le mentalità chiuse.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here